Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il commento di un produttore

Uva da tavola: la verita' sui prezzi di vendita esagerati in alcuni supermercati

"Chi afferma che l'uva da tavola viene pagata dai consumatori finali fino a un massimo di 10 volte il prezzo corrisposto al produttore, dovrebbe ben distinguere quali sono le catene o i negozi che attuano questo comportamento. Per quanto mi riguarda, invece, vedo prezzi onesti specie nella Grande Distribuzione Organizzata, quest'ultima impegnata in diverse campagne di comunicazione tramite anche emittenti televisive". A dichiararlo è un produttore pugliese nel commentare quanto in queste ultime ore viene lamentato sulla differenza di prezzo dalla pianta al supermercato.

"Un fenomeno sicuramente possibile, ma non così grave. Se preferisco acquistare l'uva da tavola in botteghe, fruttivendoli del centro storico, oppure in luoghi di grande attrazione turistica, di Milano, Roma e Venezia, dove già il costo della vita è piuttosto alto, è normale vedere un rincaro, anche eccessivo, su frutta e verdura".

"I prezzi attualmente praticati sono piuttosto congrui al periodo, anche perché l'uva da tavola non sembra ancora essere così gettonata dai consumatori. I prezzi al produttore, a seconda della varietà, sono i seguenti: Italia 0,60 €/kg (prezzo iniziale al pubblico 1,20/50); varietà RedGlobe 0,55-0,65 €/kg (prezzo iniziale 0,90-1,00 €/kg); Pizzutella 0,50-1,00 (prezzo iniziale 1,50/70 €/kg). Vedo girare sui social diverse foto con prezzi che arrivano anche a 6,00 €/kg; occorre però non solo capire di quali insegne stiamo parlando, ma anche in quale posto d'Italia e vicino a quale monumento storico ci troviamo".

"Piuttosto soffermerei l'attenzione sulla scarsa domanda che c'è stata a settembre, mese tipico per la presenza di uva da tavola sui bancali. Settembre, infatti, è stato un mese difficile, a causa dell'aumento delle richieste per la frutta estiva. Per sopperire a questa problematica commerciale, mi sono dovuto aprire ai nuovi mercati. Nello stesso periodo del 2018, con meno clienti, facevo gli stessi volumi di quest'anno. Questo significa che c'è stata una riduzione dei consumi".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto