Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Filip Lowette, di Belgische Fruitveiling

Campagna pere in avvio in Belgio con prezzi piu' bassi, ma risaliranno

Dopo un'ottima stagione per le ciliegie e l'impegnativa settimana della conferenza Prognosfruit, l'azienda Belgische Fruitveiling non ha avuto molto tempo per riposarsi. Da qualche settimana, infatti, è cominciata la stagione delle pomacee.

"Abbiamo cominciato con le mele estive qualche settima fa. I volumi erano limitati, ma la domanda è stata molto buona, cosa che ha permesso un buon livello di prezzi. Questa settimana abbiamo venduto le prime mele Elstar e all'inizio della prossima cominceremo con le mele Belgica. Tuttavia, ci aspettiamo una fornitura più bassa di mele Belgica, a causa di danni da bruciature solari".

"Anche se all'inizio della stagione abbiamo registrato prezzi buoni per le mele, al momento il mercato deve nuovamente stabilizzarsi. Nelle ultime due settimane, il vecchio raccolto da Belgio, Paesi Bassi e Polonia ha causato ancora una certa pressione, ma con l'inizio della nuova stagione di trasformazione ci aspettiamo che molto potrà essere smaltito. I prezzi per il settore della trasformazione sono già su un livello più alto rispetto all'anno scorso e, viste le inferiori produzioni di mele, la situazione è un po' più rosea rispetto all'anno scorso". 

Fornitura tranquilla di pere Conference
Da circa tre settimane è cominciata anche la stagione delle pere presso la Belgische Fruitveiling. "Le prime Conference sono state vendute il 22 agosto. Nelle 2 settimane precedenti abbiamo venduto qualche pera estiva - continua Lowette - Attualmente per quanto riguarda la Conference ci troviamo in un periodo di calma. Abbiamo venduto buoni volumi, tra 400mila e 500mila kg. Siccome tutti fanno in modo di avere le pere in tempo, al momento è tutto tranquillo".

Vendite tranquille
"La qualità delle Conference è molto buona e paragonabile a quella dell'anno scorso. Le dimensioni sono migliori, perché le pere sono state irrigate a sufficienza. Tuttavia, nel complesso il volume risulta essere tra il 10 e il 20% inferiore rispetto all'anno scorso - osserva Filip - Le vendite procedono fin qui con calma e si cerca di portare in equilibrio il mercato, immettendo in commercio un volume limitato".

"Al momento, i prezzi delle Conference sono più moderati di quelli dell'anno scorso, ma a partire da ottobre dovrebbero aumentare. Questa settimana il caldo ha influenzato le esportazioni e in molti paesi è ancora presente molta frutta locale".

Nonostante l'inizio tranquillo, il direttore di Belgische Fruitveiling per quest'anno si aspetta un prezzo migliore per le pere. "In Europa si prevede un raccolto significativamente più basso. L'Italia ha meno pere Abate Fetel e nei paesi in cui si coltivano molte pere Doyenne questo è stato un anno di bassa produzione. Staremo a vedere - conclude Filip - ma guardiamo con ottimismo alla nuova stagione". 

Per maggiori informazioni:
Filip Lowette
Belgische Fruitveiling
Montenakenweg 800
3800 St. Truiden
+32 11 69 34 11
Email: filip.lowette@bfv.be     
Web: www.bfv.be    


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto