Il Buttiglieddru di Licata

Ritornare ai sapori del pomodoro d'un tempo con una varieta' antica

Negli ultimi anni, le tendenze dei consumi sul pomodoro da mensa si sono indirizzate verso il ritorno alle tradizioni, mettendo al primo posto il gusto. Breeder di tutto il mondo si sono messi al lavoro per recuperare i sapori di una volta, sacrificati sull'altare della cosiddetta "long shelf life", ma anche in favore delle resistenze (importantissime, in ogni caso, per scongiurare le fitopatie). La maggior parte delle aziende impegnate in questa attività è riuscita a fornire ottime risposte, ma cosa c'è di meglio per tornare alla tradizione se non il fatto stesso di recuperare una varietà tradizionale?

Vincenzo Graci

La risposta a questa domanda si chiama "Pomodorino Buttiglieddru di Licata", una varietà storica riferibile a quella parte di Sicilia che, in provincia di Agrigento, ha visto la costituzione di un'apposita associazione per la tutela.

Pomodorino Buttiglieddru di Licata in tunnel

Proprio a Licata, ci siamo recati in visita da Vincenzo Graci, presidente dell'Associazione di Tutela del Pomodorino Buttiglieddru di Licata. Il sodalizio, in continua crescita, conta circa 20 aziende nel giro di pochi mesi.

"Stiamo riproponendo questa vecchia varietà – ha detto il presidente - perché riteniamo che sia una cultivar valida per la sua naturale conservabilità, ma soprattutto per il suo gusto. Non solo ricorda il sapore del pomodoro d'un tempo, ma lo incarna perché di fatto è autenticamente un pomodoro tradizionale".

"Attualmente disponiamo di circa 60 ettari di questo pomodoro - ha spiegato Graci – e lo stiamo riproponendo sul mercato, con un ottimo riscontro sul territorio. Pensiamo che possa avere un ottimo riscontro sui mercati nazionali ed esteri".

Il territorio è la Piana di Licata, che si contraddistingue per i suoi terreni salmastri
"I Comuni che ricadono in questo territorio vocato sono Campobello di Licata, Ravanusa, Butera e Palma di Montechiaro - ha detto ancora l'esperto - Grazie alle condizioni pedoclimatiche di questa zona, abbiamo un prodotto di alta qualità e molto gustoso, molto dolce e con un grado brix che si aggira intorno ai 7 - 7,5 per arrivare in estate anche a 8,5 - 9 gradi".

"Questo tipo di pomodoro si può coltivare durante tutto l'anno e, oltre che in pieno campo, anche all'aperto, tipo siccagno per intenderci. Lo troviamo pure sotto tunnel e in serra ed è apprezzato sia rosso che come insalataro, in quest'ultimo caso si presenta con un bel colore arancio-verde sulla spalla".

"Vorremmo presentare la domanda per ottenere l'IGP-Indicazione geografica protetta - ha concluso Graci - Tra i documenti ritrovati a sostegno del nostro intento figura una tesi di laurea risalente al 1986, oltre che un congruo numero di fatture che testimoniano l'attività economica attorno al Buttiglieddru di Licata. Se lo sviluppo socioeconomico di una zona passa attraverso le sue eccellenze, allora questo pomodoro ha tutte le carte in regola per rilanciare la nostra agricoltura".

Contatti:
Associazione per la tutela del
Pomodorino Buttiglieddru di Licata 
Via Marò Ricotta, 5
92027 Licata (AG)
Tel.: +39 335 584 1573
Email: info@buttiglieddru.it
Web: www.buttiglieddru.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto