Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La testimonianza di Daniel Schumacher (Schumacher Gemüse)

Il cavolo riccio registra una perdita tra il 10 e il 15 per cento

Il cavolo riccio o nero è sempre stata una delle classiche colture invernali, soprattutto nella Germania settentrionale. Ma anche al sud ci sono alcuni fornitori e la raccolta è cominciata circa due settimane fa. "Finora il prodotto è andato bene, le rese non sono al massimo, ma non sono neanche negative come quelle del cavolo cappuccio rosso e bianco. Per questi ultimi prodotti le perdite sono stimate al 40% rispetto all'anno scorso, mentre per il cavolo nero ammontano a circa il 10-15%". A dichiararlo è Daniel Schumacher dell'azienda agricola omonima, che generalmente vende i suoi prodotti direttamente al mercato all'ingrosso di Stoccarda.

Perdita di qualità
A causa di temperature notturne relativamente alte, la qualità attuale del cavolo riccio non è ancora ottimale, secondo Schumacher. "Durante la stagione il prodotto diventa più dolce. Al momento è ancora un po' amaro. Abbiamo bisogno di un po' di freddo in questo senso, ma la prossima settimana le temperature dovrebbero arrivare intorno ai 10 °C". Neanche il clima è poi così problematico, anche se parassiti e mosche sono impegnativi. "Con temperature più alte la popolazione di mosche bianche aumenta nuovamente, ed è per questo che dobbiamo pulire più foglie durante le operazioni di post raccolta e anche lavare meglio il cavolo verde. Ciò comporta circa il 20% in più di spese generali".

Foto di Daniel Schumacher

Nonostante i problemi di qualità, il cavolo riccio è agli stessi livelli di prezzo dell'anno scorso, vale a dire tra 1,20 e 1,40 euro/kg. Schumacher prevede che nelle prossime settimane la situazione delle quotazioni resti in gran parte stabile. "Il periodo classico per il cavolo nero è gennaio-febbraio. Fino ad allora il prezzo potrebbe aumentare. La campagna termina solitamente a fine febbraio, metà marzo".

Il cavolo a punta Filderspitzkraut
Oltre alla coltivazione del cavolo riccio, l'attività familiare produce anche cavolo a punta (Filderspitzkraut), un'antica varietà regionale prodotta oltre 400 anni fa da monaci. In termini di sapore e aspetto, la varietà è un incrocio tra il cavolo cappuccio e il cavolo a punta, con un aroma meno intenso. Questo ortaggio viene raccolto tra agosto e dicembre, dopodiché può essere conservato per un breve periodo di tempo, rispetto al cavolo cappuccio comune.

La quarta e quinta generazione impegnata nell'attività familiare

Sebbene la regionalità sia in voga e i prodotti locali riescono a essere venduti rapidamente, il consumo e la produzione del Filderspitzkraut è in calo. "Singolarmente questo cavolo pesa tra i 3 e i 5 kg, un po' troppo per i consumatori di oggi. Nel settore della trasformazione la situazione è un fallimento quasi totale a causa del caldo registrato quest'anno. Sebbene gli alimenti freschi disponibili siano ancora in abbondanza, il peso unitario è tra i 2 e i 3 kg. Schumacher, che coltiva questo delicato ortaggio su circa 3 ettari, ha dichiarato: "Questa situazione ha un effetto sui prezzi, in quanto al momento sono più alti di 0,20-0,30 euro/kg rispetto all'anno scorso".

Coltivazione all'aperto
Schumacher Gemüse è un produttore classico, gestito al momento dalla quarta e quinta generazione. Daniel Schumacher è il responsabile principale della coltivazione in campo (compresi cavolo e verdure a foglia, lattughe e sedano). Il padre Karl Schumacher vende i prodotti direttamente al mercato all'ingrosso regionale di Stoccarda. Il cavolo nero è un prodotto di nicchia nell'assortimento e viene coltivato su circa 0,5 ettari. Tuttavia, gli ortaggi "nordici" sono piuttosto di tendenza e la domanda è in aumento, anche quella che arriva dai produttori di smoothie.

Per maggiori informazioni:
Schumacher Gemüse
Wangerhof 1
73257 Köngen
Tel.: +49 07024 82973
Fax: +49 07024 84601 
Email: info@schumacher-gemuese.com 
Web: www.schumacher-gemuese.com


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto