Dati Ismea dal 5 all'11 novembre 2018

Prime contrattazioni per il mandarino Comune in Sicilia

Nella seconda settimana di novembre si registra l'avvio negli areali catanesi delle primissime contrattazioni per il mandarino Comune il cui esordio è avvenuto sulla base di quotazioni in rialzo rispetto allo scorso anno. Per le clementine andamenti differenti sono stati osservati nei diversi areali produttivi vocati. In regressione il listino per i limoni cui ha contribuito l'aumento delle disponibilità sui mercati. Relativamente alle arance l'incremento registrato è da attribuire esclusivamente al rialzo registrato sulla piazza di Siracusa.

Clementine: il mercato ha mostrato andamenti differenti nelle diverse aree produttive interessate. Si sono intensificate negli areali metapontini e tarantini le operazioni di raccolta del prodotto. La merce nel complesso ha mostrato un profilo qualitativo adeguato, sebbene a causa delle temperature al di sopra della media del periodo, si riscontrano partite dalla colorazione non del tutto omogenea. L'offerta avviata sul circuito commerciale è stata oggetto di una buona richiesta che ha permesso il regolare svolgimento delle vendite sulla base di quotazioni in fisiologica flessione per le aumentate disponibilità.

Negli areali calabresi le piogge hanno continuato a rallentare le operazioni di raccolta del prodotto. Le minori disponibilità affluite sui mercati, solo in presenza di un profilo qualitativo ottimale in termini di calibro sono state agevolmente cedute sulla base di quotazioni in rialzo. Stabile il mercato negli areali siciliani, dove all'incremento dell'offerta è corrisposta una adeguata attività della domanda che ha permesso alle quotazioni di attestarsi sugli stessi livelli precedentemente acquisiti.

Mandarini: la settimana ha segnato l'ingresso sui mercati del mandarino Comune. La raccolta per il momento in atto nell'areale catanese ha interessato limitati quantitativi che hanno presentato caratteristiche qualitative soddisfacenti. I prezzi di esordio si sono attestati su valori superiori a quelli raggiunti nella precedente campagna.

Clicca qui per un ingrandimento della tabella.

Arance: il mercato è stato caratterizzato da un rialzo delle quotazioni medie. Ciò da attribuire all'incremento registrato per le varietà pigmentate di provenienza siracusana, il cui collocamento è risultato favorito da una offerta sui mercati al momento nel complesso contenuta, quale conseguenza dell'ondata di maltempo che ha colpito alcuni areali produttivi siciliani nell'ultima decade di ottobre. A partire dalla settimana considerata, le operazioni di raccolta della varietà Navelina si sono estese agli areali del metapontino. I primi quantitativi hanno presentato un soddisfacente profilo qualitativo sebbene, a causa delle temperature al di sopra della media del periodo, non hanno ancora raggiunto una colorazione omogenea.

Le quotazioni di esordio si sono attestate su valori lievemente superiori a quelli della passata campagna. In calo i listini per il prodotto tarantino cui ha contribuito sia il fisiologico incremento dell'offerta sia un profilo qualitativo non sempre adeguato quale conseguenza delle piogge abbattutesi in fase di maturazione dei frutti.

Limoni: la raccolta del limone Primofiore si è estesa ai siti produttivi del siracusano. I primi quantitativi esitati sui mercati sono stati scambiati sulla base di quotazioni di esordio superiori a quelli della passata campagna di commercializzazione. Negli altri areali produttivi siciliani le contrattazioni concluse sono proseguite regolarmente e sulla base di quotazioni in fisiologica flessione per le aumentate disponibilità.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto