Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I viticoltori investono nelle varieta' tardive

I greci prolungano la stagione delle uve da tavola europee

Con la varietà di uva da tavola senza semi Thompson, la Grecia si gioca una carta vincente. I coltivatori spagnoli sono passati anche alla produzione di uva senza semi; queste nuove varietà sono piantate anche in Italia. E' ora che i coltivatori greci agiscano, se non vogliono essere esclusi dal mercato.

"La Grecia rischia di perdere la sua competitività e sfortunatamente i coltivatori non hanno avuto i mezzi per essere più concorrenziali", ha affermato Yiannis Kanakis, direttore regionale per Grecia e Turchia di IFG. La sua risposta alle sfide: investire in varietà tardive.

Yiannis Kanakis su un campo dimostrativo vicino a Nemea.

L'Italia e la Spagna sono i maggiori competitor dei viticoltori greci. "La Grecia è conosciuta per le sue uve da tavola bianche senza semi: dovremmo concentrarci su queste".

I coltivatori greci non possono competere con i grandi volumi che nei mesi estivi arrivano sul mercato da Murcia (Spagna). "Vogliamo investire nelle stesse varietà, ma più avanti nella stagione". Le uve da tavola dovrebbero essere sul mercato nei mesi di ottobre, novembre e dicembre. In questo modo, i greci possono colmare il divario tra il raccolto europeo e quello estero.

Sugar Crisp.

Sugar Crisp e Sweet Globe
"Le colline verso il mare, vicino Corinto, sono una delle più importanti regioni di uva da tavola", ha spiegato Yiannis. L'altro versante della catena montuosa è pieno di vigneti. Anche più a nord, a Kavala, nella Calcidica, nella regione dei Katerini e a Creta, si coltivano uve da tavola. La Thompson Seedless è la varietà più importante.

"Il clima e il suolo sono buoni per le varietà tardive. Il nostro obiettivo è raccogliere più tardi nella stagione, per esportarle in Europa occidentale". A tal fine, i vecchi frutteti della Thompson devono essere estirpati e piantati con nuove varietà come le Sugar Crisp e Sweet Globe.

Il settore greco dell'uva da tavola è frazionato in piccole aree, tra centinaia di coltivatori. Alcuni hanno meno di due ettari. "I costi di reimpianto sono relativamente alti, perché perdi anche due anni di produzione. Inoltre, devi pagare i diritti di proprietà intellettuale".

Yiannis parla di una strozzatura nella transizione. Per questo motivo, le società internazionali di breeding di uva da tavola hanno ignorato il settore greco. Situazione che però, negli ultimi anni, è cambiata. Un paio di anni fa, l'IFG ha cominciato in Grecia. "I costi di produzione sono più bassi, le nuove varietà sono più facili da coltivare e più produttive, e i coltivatori raccolgono al momento giusto, quando non sono disponibili grandi volumi", ha riferito Yiannis parlando dei tre vantaggi per i coltivatori.

Inoltre, vede anche un vantaggio per i piccoli produttori di Thompson senza semi. "La Thompson è una varietà difficile da produrre, ma i coltivatori greci ottengono rese buone. Sono esperti nella produzione di uva da tavola".

Il clima gioca un ruolo cruciale per i viticoltori e quella 2018 sarà registrata nei libri di storia come una stagione drammatica. "Nei mesi estivi abbiamo avuto una quantità insolitamente abbondante di pioggia - ha affermato Yiannis - A giugno, luglio e agosto, l'umidità atmosferica è stata elevata, e di conseguenza le uve da tavola sono di qualità inferiore".

In molti casi, durante il trasporto o lo stoccaggio, la qualità è diminuita rapidamente. E' stata la peggior stagione. I coltivatori devono essere preparati e piantare varietà in grado di sopportare un'elevata umidità e molta pioggia. Inoltre, le coperture potrebbero proteggere il raccolto. "Le varietà tardive devono essere protette dalla pioggia. Con una copertura, si ottiene quasi il 100% del rendimento. Senza copertura, i coltivatori potrebbero perdere fino al 50% delle loro rese, a causa della pioggia".

Jack's Salute.

Le nuove varietà possono sopportare meglio le condizioni più difficili di produzione. Quest'anno l'estate è stata piovosa, ma la regione di Corinto ha registrato una carenza di acqua. "Ciò diventa un problema; ad esempio le falde acquifere potrebbero diventare salmastre. Dobbiamo trattenere l'acqua di cui abbiamo bisogno nella regione".

Anticipare la stagione?
Nella regione di Corinto sono state piantate le prime nuove varietà, ma non c'è ancora stato un raccolto destinato al commercio. I coltivatori hanno scelto Sweet Globe, Sugar Crisp, Jack's Salute e Sweet Celebration.

Il Paese ha attualmente 37 ettari di queste nuove varietà. L'anno prossimo, la superficie si dovrebbe quasi raddoppiare, tra 60 e 70 ettari in più. "La disponibilità del materiale vegetale è la nostra più grande sfida - ha spiegato Yiannis - Speriamo di risolverla entro il prossimo anno, con il blocco del vivaio madre autorizzato dell’IFG in Grecia". L’IFG ha tre vivai autorizzati per la riproduzione in Europa: in Spagna, Grecia e Italia.

Oltre alle nuove varietà bianche, i coltivatori stanno anche prendendo in esame varietà di uva da tavola rossa e nera. "Non ci sono abbastanza uve rosse, anche se è un po' una tendenza. I coltivatori chiedono anche di sostituire la Crimson".

Alla fine della stagione, i coltivatori greci avranno la possibilità di farlo, sebbene Yiannis stia guardando oltre. "Dopo i primi anni di produzione con una raccolta tardiva, vogliamo anche prendere in considerazione le varietà precoci". L'azienda punta al periodo che precede l'inizio della raccolta spagnola a luglio.

Per maggiori informazioni:
Yiannis Kanakis
IFG
Tel.: +30 694 41 24 414
Cell.: +30 (0)1 661 552 0221
Email: ykanakis@ifg.world 
Web: www.ifg.world  


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto