Avvisi



Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rapporto USDA sui requisiti per l'importazione delle patate da seme

L'Egitto ha esportato oltre 750mila ton di patate da mensa nell'anno solare 2018

Il Decreto Ministeriale n. 1202/2018 del 12 settembre 2018 modifica il precedente in termini di livelli di tolleranza dei parassiti e ne aggiunge e rimuove alcuni dalla lista di quarantena. Il 9 ottobre 2018, l'Egitto ha notificato all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) i suoi nuovi requisiti per l'importazione delle patate da seme.

L'Egitto è uno dei maggiori esportatori di patate. La nazione dipende in gran parte dalle importazioni di patate da seme per la produzione domestica. Le importazioni iniziano a settembre e durano fino a novembre. Sulla base delle stime di settore, le esportazioni statunitensi di patate da seme potrebbero raggiungere 15 milioni di dollari l'anno, una volta risolti i problemi di accesso al mercato.

L'Egitto dipende in gran parte dalle importazioni di patate da seme per la produzione domestica. Le importazioni nell'anno solare 2018 (gennaio-ottobre) raggiungono circa le 120mila tonnellate. Le importazioni provengono principalmente dall'Unione Europea: Paesi Bassi (40.500 ton o 33,6%), Regno Unito/Scozia (40.400 ton o 33,5%) e Francia (18.900 ton o 16%). Le importazioni vanno da settembre a novembre. La produzione locale di patate da seme avviene durante la stagione estiva.

In Egitto, l'anno agricolo è diviso in tre stagioni di semina: estate (da febbraio a maggio), nili (da luglio ad agosto) e inverno (da settembre a novembre). La semina delle patate da mensa inizia verso la fine della stagione del nili. La coltivazione nella stagione invernale inizia a novembre e dura fino a gennaio. La produzione avviene in tutto il Paese, ma è in gran parte concentrata nei governatorati di Behaira, Monefya e Menya.

Le importazioni di patate da seme devono essere conformi ai regolamenti fitosanitari egiziani per l'importazione. Un decreto ministeriale emanato annualmente indica le specifiche tecniche. 

In base alle stime di settore, le esportazioni di patate da seme degli Stati Uniti verso l'Egitto, potrebbero raggiungere i 15 milioni di dollari l'anno, una volta risolti i problemi di accesso al mercato. Le varietà di origine statunitense che competono con quelle dei fornitori dell'UE sarebbero competitive sotto il profilo dei prezzi. Le importazioni annuali di patate da seme in Egitto ammontano a 85 milioni di dollari (2015-2017).

Le normative fitosanitarie egiziane richiedono test di laboratorio contro il marciume bruno della patata (Ralstonia sloanacearum) e gli agenti causali delle malattie da marciume anulare, in tutte le importazioni e le esportazioni di patate. Le esportazioni egiziane di patate da mensa verso Federazione russa, Ue, Libano e Giordania sono consentite solo se prodotte in Pest Free Areas (PFA), in conformità con lo standard internazionale per la misura fitosanitaria (ISPM 4) della Convenzione internazionale per la protezione delle piante.

Il Ministero dell'agricoltura e della bonifica ha designato il Potato Brown Rot Project (PBRP) come ente esclusivo responsabile della definizione, ispezione, monitoraggio e conservazione del PFA, nonché dei test di laboratorio contro gli agenti della malattia da marciume bruno.

L'Egitto è un importante esportatore di patate da mensa. Nell'anno solare 2018, ha esportato oltre 759.200 ton di patate da mensa. Fornisce principalmente la Federazione Russa (367mila ton o 48%) e in misura minore i mercati UE-18 (190.400 ton o 25%) e Emirati Arabi Uniti (53.100 ton o 7%). Attualmente, l'UE non è la più importante destinazione per le patate egiziane.

Clicca qui per il rapporto USDA completo.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019