Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ora la meta' delle serre Fri-El e' illuminata a Led

Serre iper tecnologiche: iniziata la raccolta del pomodoro invernale

E' iniziata la prima raccolta di pomodori del ciclo invernale nella serra tecnologica a led dell'azienda Fri-El, a Ostellato in provincia di Ferrara. "Abbiamo provveduto - spiega il direttore commerciale Alessio Orlandi - all'installazione, a tempo di record, di ulteriori 5,4 ettari di luci a Led, che si aggiungono ai 2 ettari già esistenti. Ora il 50% delle superfici di Fri-El è illuminato anche a Led. Ciò consentirà di avere con continuità produzioni costanti tutti i giorni dell'anno".

L'effetto delle serre illuminate con i Led è suggestivo: grazie alla schermatura si evita l'inquinamento luminoso e in tal modo il pomodoro non risente del periodo invernale, così da poter crescere anche con basse temperature e poca luminosità esterne. Se messa tutta in fila, l'intera installazione coprirebbe 75 km di Led!

"In un mondo in cui fenomeni quali tropicalizzazione, desertificazione e cementificazione - aggiunge Orlandi - ci spingono a trovare modelli di sostenibilità, qui a Ostellato si è trovato un modo per produrre 365 giorni all'anno, quindi senza ricorrere a prodotto di importazione, coltivato a oltre 1000 Km di distanza. Offriamo un prodotto fresco tutti i giorni, irrigato con acqua piovana raccolta e filtrata in bacini di raccolta. Il calore per scaldare le serre è ottenuto dagli impianti limitrofi di biogas, così da evitare di disperdere il calore nell'ambiente. La CO2 prodotta viene immessa nelle serre così le piante possono assorbirla, fungendo da purificatori ambientali".

Alessio Orlandi

La coltivazione avviene in ambiente chiuso e questo permette il controllo delle patologie: il pomodoro viene controllato con lotta biologica, offrendo un prodotto garantito 365 giorni all'anno.

"Dopo un anno a pieno ritmo - aggiunge il direttore - e nonostante un'estate segnata dai prezzi più bassi degli ultimi 10 anni, perseguendo l'obiettivo di lavorare su programmazione possiamo dirci moderatamente soddisfatti. Crediamo fermamente nell'industrializzazione del processo produttivo, grazie al quale saremo in grado di offrire ai clienti un prodotto dallo standard qualitativo costante tutti i giorni dell'anno".

"Basta brutte sorprese dopo l'acquisto - rilancia Orlandi -. Le brutte sorprese, infatti, scoraggiano i consumatori e causano un calo dei consumi. Il nostro metodo produttivo vuole cambiare anche la percezione che l'ortofrutta sia una fregatura, non solo in termini di qualità ma anche in termini di speculazioni sul prezzo".

"Vogliamo slegarci dalla logica del mero rapporto domanda/offerta: a questo scopo stiamo portando avanti proposte ai nostri clienti con prezzi fissi stagionali, o periodici con piani di categoria in cui i margini vengono garantiti senza brutte sorprese sia alla produzione che alla vendita".

"Anche il consumatore uscirà vincitore da un progetto in cui il pomodoro Fresh Guru sarà sempre presente sugli scaffali, avrà sempre la medesima qualità e sarà sempre disponibile a un prezzo periodico stabile. Il progetto dell'agricoltura del futuro sarà win-win-win: vinceranno cioè il produttore, il retailer e il consumatore, proprio come alcuni prodotti di marca presenti sugli scaffali grocery da anni", conclude Orlandi.

Contatti: 
Fri-El Greenhouse
Alessio Orlandi - resp. commerciale
Email: alessio.orlandi@freshguru.it 
Web: www.fri-el.it 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto