Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gli spinaci e le barbabietole aiutano a prevenire la degenerazione maculare degli occhi

Non solo carote! Per migliorare la vista ci vogliono spinaci e barbabietole. Questi due preziosi ortaggi, infatti, contengono delle sostanze chiamate nitrati. Esattamente le stesse che si trovano nei salumi ma che, a differenza di quest'ultimi, sono totalmente naturali.

I nitrati, oltre a migliorare la salute cardiovascolare, riuscirebbero anche a prevenire la degenerazione maculare, una delle cause principali della perdita della vista nelle persone over 50. Ecco i dettagli di uno studio australiano appena pubblicato su Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics.

Si è potuto evincere come le persone che mangiavano da 100 a 142 milligrammi di nitrati – assunti attraverso vegetali – presentavano un rischio inferiore del 35% di sviluppare una degenerazione maculare, rispetto a chi assumeva dosi inferiori (circa 69 mg) di nitrati ogni giorno.

In ogni etto di spinaci ci sono circa 20 mg di nitrati – dosi leggermente inferiori per la barbabietola (circa 15 milligrammi). Durante lo studio, i ricercatori hanno preso in esame oltre 2000 adulti australiani di età superiore ai 49 anni e li hanno seguiti per un periodo di 15 anni.

"Questa è la prima volta che si misurano gli effetti dei nitrati alimentari sul rischio di degenerazione maculare. Se i nostri risultati saranno confermati, incorporare una gamma di alimenti ricchi di nitrati alimentari - come verdure a foglia verde e barbabietole rosse - potrebbe essere una semplice strategia per ridurre il rischio di degenerazione maculare precoce", spiega Bamini Gopinath del Westmead Institute for Medical Research (Australia).

Queste verdure rappresentano un'ottima arma preventiva contro la perdita della vista, considerando che al momento – per la degenerazione maculare – non esiste cura.

Fonte: Diario del Web


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto