La Repubblica Ceca dipende molto dall'import di verdure

L'import di verdure in Repubblica Ceca continua a crescere. Secondo i dati forniti dall'Ufficio statistico ceco, il commercio di ortaggi esteri attualmente mostra un deficit di 427 milioni di euro.

Nel 2009 il valore dell'import di verdure ammontava a 361 milioni di euro, mentre l'anno scorso tale cifra è arrivata a oltre 543 milioni di euro. La quantità di verdure importate è aumentata da 648mila tonnellate del 2009 a quasi 856mila ton dell'anno scorso. Nel frattempo le esportazioni di verdure ceche sono aumentate da 150mila ton del 2009 a 191mila ton del 2017.

Il consumatore ceco consuma in media circa 81 kg di ortaggi all'anno, 54 kg dei quali corrispondono al prodotto d'importazione. Le verdure coltivate in Repubblica Ceca coprono solo un terzo del consumo locale. La maggior parte vengono importate da Paesi Bassi, Spagna, Polonia, Germania e Italia. Mentre Paesi Bassi e Spagna forniscono il mercato ceco prevalentemente di pomodori e cetrioli, dalla Polonia arrivano cipolle, cavoli e cavolfiori.

Il sito web Radio.cz riporta come, in Repubblica Ceca le verdure vengano coltivate su una superficie di 10.000-11.000 ettari. Nel 2017 gli agricoltori cechi hanno prodotto 265mila ton di ortaggi. Per quest'anno si stima che la resa diminuirà del 15% circa a causa della prolungata siccità.

Tipicamente le verdure coltivate in Repubblica Ceca comprendono cipolle, cavoli, piselli e carote. A causa della crescente domanda di pomodori ciliegino, negli ultimi anni si stanno costruendo sempre più serre in tutta la nazione.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018