Eddy Kreukniet di Exsa Europe parla della stagione agrumicola sudafricana

'Buono l'andamento dei limoni, stabili le arance, consumo in aumento per pompelmi e mandarini'

La stagione agrumicola sudafricana terminerà il 15 ottobre. "Saranno soprattutto le nuove piantagioni di mandarini e limoni a rappresentare una crescita del 15-20%. Ci si chiede, però, come reagirà il mercato. La diversificazione verso altre destinazioni sembra essere comunque necessaria. Quest'anno il mercato asiatico, dove viene inviata la frutta migliore, ha performato bene, ma i volumi inviati non sono grandi. Mercati come Medio Oriente e Russia mostrano una tendenza simile a quella dell'Europa". A dichiararlo Eddy Kreukniet di Exsa Europe che ha fornito un aggiornamento sulla stagione e oltre.

Quella 2018 per gli esportatori di limoni è stata una stagione di grande successo. "L'Argentina ha registrato carenze e il Sudafrica è andato a colmare quel vuoto. Di conseguenza, il mercato è stato nettamente migliore di quanto pensassimo e alla fine il Sudafrica ha inviato in Europa il 33% di limoni in più - ha dichiarato Eddy - Nel frattempo siamo arrivati alle ultime settimane della campagna e il commercio è in calo a causa degli arrivi turchi e spagnoli".

Tuttavia non è stato tutto rose e fiori per gli agrumi sudafricani. "Quest'estate il consumo di pompelmi e mandarini è aumentato un po' per via delle alte temperature. Ora che la scuola è ricominciata il mercato si riprenderà, ma luglio e agosto sono stati mesi difficili per questi prodotti. I coltivatori sudafricani che quest'anno non hanno una varietà di prodotti, potrebbero imbattersi in un anno particolarmente difficile".

"Fino ad ora il mercato delle arance da consumo e da spremuta è stato molto stabile. Tipicamente verso il 15 ottobre assistiamo a un aumento dell'offerta. Resta da vedere come reagirà il mercato a questi volumi extra - ha osservato Eddy - La cosa positiva è che in Sudafrica si è riusciti a tenere sotto controllo la macchia nera degli agrumi, visti i numerosi ritrovamenti. Tuttavia, la Falsa cydia è stata individuata alcune volte in Sudafrica e il Paese ha reagito proattivamente con il trattamento a freddo. Questo dimostra che è stato giusto e necessario intraprendere quella strada".

Gli agrumi biologici ancora non fanno parte dell'assortimento di Exsa. "Sebbene il mercato degli agrumi biologici mostri una crescita stabile, ci sono molti aspetti a cui i coltivatori devono prestare attenzione e insieme a una resa più bassa anche il prezzo di costo deve essere più alto per ripagare gli sforzi dei coltivatori. Abbiamo scelto, quindi, agrumi prive di sostanze chimiche, evitando per esempio nel post-raccolta di applicare cera soprattutto sui limoni, la cui scorza viene usata molto. Allo stesso tempo - ha concluso Eddy - per noi è stata la scelta ideale per conformarci ai requisiti massimi di residui richiesti dai discount".

Per maggiori informazioni:
Eddy Kreukniet
Exsa Europe
Tel.: +31 88 735 0003
Cell.: +31 620 25 78 11
Email: info@exsaeurope.com 
Web: www.exsaeurope.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018