Fruit Logistica, Hall 2.2 - Stand B-01

Cooperativa Jolly: puntiamo ad incrementare la produzione di mele nel 2014

"L'anno 2013 ha oscillato tra alti e bassi. Il calo del 15% nella produzione media del kiwi è stato più che compensato da un incremento del 20% nelle susine (varietà Angeleno). Come cooperativa abbiamo ampliato sia il numero dei nostri soci, sia quello dei conferitori, complessivamente 60, con un'alta concentrazione nell'areale cuneo-piemontese e una presenza significativa nel Lazio. Ma la vera novità dell'anno è stato il completamento del nostro nuovo magazzino, adiacente alla sede aziendale." E' quanto riferisce a FreshPlaza il presidente della cooperativa Jolly di Verzuolo (CN), Giancarlo Bodrero, dal 2013 anche vice-presidente dell'OP-Organizzazione di Produttori Asprofrut.


Il magazzino della cooperativa Jolly, recentemente ampliato.

La capacità di frigoconservazione del magazzino è stata ampliata di ulteriori 2.000 tonnellate (dalle 4.000 già esistenti) e ora conta 23 celle frigo per lo stoccaggio della frutta. Inoltre, la cooperativa ha investito in un nuovo impianto per il confezionamento dei cestini. "Nel complesso, l'ampliamento ha simbolicamente sancito il 25mo anno di storia della nostra cooperativa", dichiara il presidente.

Bodrero (nella foto qui accanto insieme alla referente commerciale Valentina Rivoira) sottolinea le recenti difficoltà incontrate da produzioni storiche come il kiwi (danneggiato dalla batteriosi dell'actinidia-Psa) e le pesche (che soffrono da anni una svalutazione sul mercato), per sottolineare che la coop Jolly punterà decisamente sul settore melicolo nel 2014, anche alla luce del riconoscimento del marchio IGP-Indicazione geografica protetta alla Mela Rossa di Cuneo: "Dalle 3.000 tonnellate di mele raccolte nel 2013 contiamo di raggiungere il traguardo di 5.000 già nella stagione 2014."

Sull'IGP, il presidente afferma: "Se bene interpretato, cioè come un comune denominatore della produzione locale, il marchio IGP costituisce senz'altro un'opportunità, che offre alle aziende certificate l'occasione di rafforzare e valorizzare la posizione del settore primario. D'altro canto, tuttavia, rischia di essere solo un bollino fra tanti se rimane invischiato tra papiri burocratici e tra limiti disciplinari distanti dalla realtà del mondo produttivo e dalle sue esigenze commerciali."



Nel puntare maggiormente sulle mele, in ogni caso, kiwi e frutta a nocciolo non saranno abbandonati dalla coop Jolly: "Insieme al nostro staff tecnico - prosegue il presidente - stiamo infatti conducendo una ricerca varietale mirata su nuove cultivar di pesche e nettarine, puntando su una combinazione cromatico-organolettica che faccia da apripista sui canali commerciali oltremare, in special modo in Cina, dato che dallo scorso dicembre ci è stata convalidata l'autorizzazione all'export verso quest'area transfrontaliera."


Pesche della coop Jolly.

E aggiunge: "Al tempo stesso, anche sul comparto kiwi stiamo testando cloni migliorativi per proseguire i programmi di trade mediante una valorizzazione della cultivar di partenza. Oltre che per non tradire la tradizione produttiva del territorio, questo percorso di 'rinnovamento conservativo' è propedeutico allo sviluppo della quota di mercato intercontinentale, che nel 2013 ha rappresentato il 20%, ripartito in prevalenza tra Brasile, Dubai, Egitto e Canada, a fronte di un 70% destinato ai circuiti europei: un rapporto quasi inverso rispetto al 2012, proprio per via della doppia fragilità della campagna kiwi-peschicola. La quota del mercato interno italiano rimane stabile ad uno scarso 10%."


Sopra e sotto: kiwi prodotti e confezionati dalla coop Jolly. Nella foto sotto, i cestini realizzati con la nuova macchina confezionatrice.



Sull'ultima campagna delle mele estive, invece, Bodrero commenta: "Nel 2013 abbiamo registrato un'ottima performance, sia in termini qualitativi che di riscontro commerciale, sul gruppo delle mele Gala. Da quest'anno, inoltre, impianteremo una nuova interessante varietà di melo, molto performante, che ci permetterà di ammortizzare il calo produttivo del kiwi autunnale."

E conclude: "A Fruit Logistica andremo per consolidare e ottimizzare le relazioni e la programmazione con i nostri clienti, nella consapevolezza che il mercato attuale si presenta saturo, estremamente dinamico, a parte pochi segmenti di nuova perlustrazione. Oggi la selezione non si ferma ai fornitori, ma va fatta anche sui clienti, in base alla solidità e alla continuità di pagamento che possono garantirci. Tutto il resto è improvvisazione, concorrenza sleale, che svanisce così come appare. Chi coltiva serietà, invece, contribuisce al futuro del settore."

La cooperativa Jolly vi aspetta a Fruit Logistica, Hall 2.2 - Stand B-01 (area "MADE IN PIEMONTE"): oltre al presidente Giancarlo Bodrero, sarà presente in fiera la referente commerciale Valentina Rivoira.

Contatti:
JOLLY COOP

Via Falicetto, 58
12039 Verzuolo (CN) – Italy
Tel.: (+39) 0175 85572
Fax: (+39) 0175 86072
Email1: giancarlo.bodrero@coopjolly.com
Email2: valentina.rivoira@coopjolly.com
Web: www.coopjolly.com

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018