Dispositivo brevettato dell'azienda Bagioni di Forli'

Un sistema per adeguare la sicurezza delle macchine raccolta asparago

Per tutelare la salute e l'incolumità dei lavoratori, anche le macchine per la raccolta dell'asparago bianco (dotate di carrello posteriore) devono essere a norma e rispettare la conformità dettata dal marchio CE, a tutela della sicurezza dei lavoratori. E' possibile adeguare tutte le macchine che non sono a norma, mediante un sistema di sicurezza denominato Stop&Go Recogniton.

Clicca sul tasto "Play" per far partire il video.


Il principio di questo dispositivo è semplice: rileva la presenza dell'operatore sull'area adibita alla raccolta e rende conformi tutte le macchine alla normativa UE 42/2006. Come noto, tutte le macchine vendute in Europa devono essere conformi alla direttiva che permette di applicare il marchio CE, garantendo all'operatore i requisiti di sicurezza. In caso contrario, sono soggette a un possibile sequestro e a eventuali contravvenzioni da parte degli enti preposti.


Lo schema di funzionamento del dispositivo di sicurezza

Aurenzo Bagioni, titolare dell'azienda che ha progettato e realizzato il dispositivo, spiega che questa innovazione (con brevetti già depositati) copre una lacuna sulla sicurezza per questa tipologia di attrezzature attualmente operative. Il dispositivo ha un prezzo modico e permette ai produttori di asparagi di tutta Europa di mettere a norma le proprie agevolatrici raccolta. Il costo basso è conseguenza di una produzione in serie dovuta a una elevata previsione di vendita per coprire le necessità dei clienti.

Questo il principio di funzionamento: un dispositivo a sensore ottico rileva la presenza o meno dell'operatore e impone alla macchina di avanzare solo se l'addetto si trova nell'area di lavoro e di sicurezza. Questo perché la direttiva europea vieta l'avanzamento della macchina senza la presenza di un operatore al posto di guida, mentre nelle aziende si trovano ancora macchine che avanzano senza sistema di controllo e arresto in caso di pericolo.


Foto d'archivio

La ricerca effettuata dalla ditta Bagioni è stata ispirata dall'articolo 3.3.4 e 4.2.1 della direttiva CE dove una macchina non può avanzare liberamente senza la presenza continua di un operatore sui comandi.

"Siamo disponibili - conclude Bagioni - a consulenze e spiegazioni gratuite ai clienti per gli aggiornamenti da effettuare prima della prossima campagna di raccolta. In presenza di aziende con un numero elevato di macchine, siamo disposti a fornire un servizio di assistenza personalizzato a un prezzo veramente competitivo".

Contatti:
Bagioni Alfiero Snc
Via Bologna 100
47121 Forlì
Tel.: +39 (0)543 703993
Email: bagioni.aurenzo@libero.it
Web: www.bagionialfiero.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto