Zespri vede un enorme potenziale nel mercato asiatico

Zespri si trova a tre quarti del periodo di commercializzazione di kiwi in questa stagione e, secondo Simon Limmer, direttore generale per le relazioni produttori-governo e direttore generale per l'area Cina di Zespri, tutto sta procedendo molto bene.

"Tutti i mercati mostrano un buon andamento, ma la crescita più sorprendente per quest'anno è stata registrata in Cina. Ancora una volta il Giappone è il cardine del nostro mercato. Abbiamo notato un buon acquisto della varietà Gold da parte dei consumatori, cosa che, ovviamente, era il nostro obiettivo," spiega Limmer.


Lewis Pan, manager di Zespri in Cina con Simon Limmer (direttore operativo), Oliver Broad (Communications Manager) e Peter M'Bride (Presidente).

La nuova varietà SunGold ha avuto molto successo in Asia, sia per il colore sia per il sapore dolce che ha attratto i consumatori. Anche gli europei stanno rispondendo bene alla nuova varietà a polpa gialla: "Siamo molto eccitati riguardo alla sua crescita potenziale. Questa varietà presenta un mix di sapore, molto appetibile per i palati europei ed asiatici; tuttavia, anche la varietà a polpa verde sta procedendo molto bene in tutti i mercati, dove ugualmente prestiamo molto attenzione a qualità e sapore."

Nel 2011, la batteriosi ha decimato il 70% della produzione di kiwi a polpa gialla della Nuova Zelanda e a quel tempo, Zespri presentava un rapporto 70/30 tra la varietà verde e quella gialla. La maggior parte dei 30 milioni di vassoi della produzione Gold è andata persa, con soli 11 milioni di vassoi prodotti quell'anno. Secondo Limmer, Zespri ha recuperato raggiungendo i 20 milioni di vassoi quest'anno, con una coltivazione in decisa ripresa.

"In futuro, avremo una produzione bilanciata del 50-50 per le varietà Green e Gold. Ci potrebbero volere 3-4 anni per arrivare a questo, ma la ripresa sta procedendo molto velocemente. Siamo convinti che un giusto equilibrio nella produzione sia la cosa migliore da fare. Negli ultimi dieci anni, la varietà Gold ha sicuramente garantito un valore elevato per i coltivatori e continuerà a farlo anche nei prossimi anni."

Nel 2010, il 40% della base totale di produttori della Zespri coltivava la varietà Gold; oggi, la percentuale è salita al 60%. Limmer spiega che è un bene avere un portfolio bilanciato da un punto di vista di gestione del frutteto: eliminando i vari rischi, quali quello della batteriosi per esempio, si riduce, al contempo, il rischio commerciale.

Una delle principali strategie di Zespri è una fornitura per 12 mesi l'anno. "Ci siamo affermati piuttosto bene in Italia, Francia, Giappone e Corea. Tutte queste nazioni hanno registrato problemi di batteriosi del kiwi e si trovano in una fase di ripresa. Tuttavia, siamo molto eccitati per il potenziale di fornitura garantito da queste zone. Attualmente la Cina sta producendo circa la metà dei kiwi mondiali, circa 1,3 milioni di tonnellate, che destina al mercato interno. E' solo una questione di tempo prima che gli standard qualitativi e le pratiche di gestione migliorino e che le varietà arrivino alla ribalta."

Limmer riferisce che Zespri sta cercando opportunità di crescita, specialmente in vista dell'aumento dei volumi di kiwi Gold. Sebbene tutti i mercati della società stiano crescendo piuttosto bene e continueranno a farlo anche nei prossimi anni, anche il Sud America mostra uno sviluppo, specialmente il Brasile, dove il potenziale è enorme e il kiwi risulta essere ben adattato a questo mercato.

Altri mercati di crescita comprendono il sud-est asiatico, dove Zespri vede una buona crescita. L'India presenta grandi opportunità vista l'elevata popolazione, le difficoltà logistiche, le infrastrutture e l'ambiente distributivo. Attualmente, Zespri sta beneficiando di un accordo commerciale in India, per piccoli quantitativi, e secondo Limmer tutto procede bene. "Ci sono molti mercati potenziali e per i prossimi anni, siamo pronti ad investire, favorendo una forte crescita."

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto