Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Francia: un'annata difficile a causa della carenza di frutta

Christophe Artero, direttore generale della FDA International in Francia, nel commentare la minore produzione di frutta sia in Francia che all'estero, nota che la scarsità di mele negli Stati Uniti e in Europa ha colpito la capacità della FDA stessa (e anche quella degli altri fornitori europei) di fornire grossi volumi a prezzi contenuti.

FDA Iternational si occupa principalmente di mele; di conseguenza è stata interessata dalle carenze produttive in Francia che hanno causato un'impennata dei prezzi. Anche sul fronte del kiwi, comunque, altro prodotto commercializzato, si è avvertita una carenza sul fronte dell'offerta.

"Circolano meno mele in Francia e in Spagna e anche in Canada la frutta è poca," ha riferito Christophe Artero, aggiungendo. "Si è verificata la stessa cosa con i kiwi. Abbiamo ricevuto meno frutta da Italia e Francia." Questo ha causato un annata difficile perchè, spiega il direttore, si sono dovute conciliare le richieste dei clienti con la realtà del mercato.

"Un'annata interessante, ma difficile - ha riferito - Riuscire a soddisfare le richieste dei clienti in termini di volume, prezzo e qualità non è una passeggiata, quest'anno" Per Artero, soddisfare le richieste dei clienti è una priorità, come è dimostrato anche dalla sua iniziativa di ampliare il proprio assortimento di frutta con l'offerta di kiwi e uva, per venire incontro alle richieste dei suoi clienti. Al momento, FDA International commercializza kiwi e uva da tavola provenienti dal Cile, prodotti che vanno ad affiancarsi alla sua linea di mele inviate in tutto il mondo.

"Esportiamo mele in Medio Oriente, Sud America e Nord America," ha riferito. Le varietà comprendono le mele Granny, Golden, Gala, Fuji e Braeburn che vengono vendute anche a livello nazionale in Francia sotto due diversi marchi.

Oltre alla frutta, FDA vende anche scalogno tradizionale francese. I clienti principali si trovano negli Stati Uniti, ma dato l'enorme interesse dal mercato brasiliano, sperano di espandersi anche lì una volta che i protocolli commerciali tra Francia e Brasile saranno definiti.

"Stiamo facendo pressioni sul governo francese perché apra le sue frontiere al Brasile vista l'alta richiesta di scalogno francese presente in quel paese," ha dichiarato Atero. "Non appena i protocolli saranno a posto, esporteremo in Brasile." La stagione di esportazione degli scalogni si estende nell'arco di 11 mesi, da luglio a giugno.

Per maggiori informazioni:
Christophe Artéro
FDA International
Tel: +33 241 966 648
Mob: +33 677 399 162
Fax: +33 241 966 641
christophe.artero@fda-international.fr

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto