Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Di Emanuele Murino

Alla crisi si risponde potenziando gli investimenti: la ricetta vincente delle coop Fedagri

Più investimenti nel 2012! Così rispondono alla crisi 50 cooperative leader di Fedagri. Conserve Italia e Orogel a caccia di nuovi mercati, con prodotti innovativi, packaging rivisitati e attenzione all'equilibrio nutrizionale.

Investimenti in controtendenza per le cooperative di Fedagri. E' questa, probabilmente, la risposta più concreta che si possa dare alla crisi in atto. Ed è stato questo il messaggio lanciato mercoledì sera, 12 dicembre 2012, a Roma, dal presidente di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini, in occasione dell'incontro di fine anno con la stampa il cui tema era, appunto, "Cooperative agricole tra innovazione e sfide di mercato".


Una panoramica della sala. (Foto di Emanuele Mùrino).

Di là del valore istituzionale dell'appuntamento, il numero uno di Fedagri-Confcooperative ha colto l'occasione per porre in luce la volontà di "rendere protagoniste le imprese che - in un momento di difficoltà - hanno gettato il cuore oltre l'ostacolo e hanno investito".

Secondo quanto evidenziato dall'analisi svolta da Nomisma, il 32% delle cooperative agroalimentari associate ha aumentato i propri investimenti nel 2012 mentre il 41% le ha mantenute in linea con gli anni precedenti. Uno studio, quello di Nomisma, di cui il presidente Gardini ha sottolineato il valore poiché "ha il pregio di essere rispondente ai nostri giorni e ha davvero il polso della situazione".


Il presidente di Fedagri-Confcooperative, Maurizio Gardini, con il direttore Fabiola Di Loreto. (Foto di Emanuele Mùrino).

Il panel delle cooperative intervistate, 50 tra le medio-grandi di Fedagri, ha rivelato uno scenario per certi versi in linea con lo scenario produttivo nazionale: netta la prevalenza delle immobilizzazioni materiali con impianti e macchinari principali destinatari degli investimenti. A ciò si aggiunge una considerevole fetta - oltre il 20% - di cooperative che hanno realizzato innovazioni di prodotto o nella struttura organizzativa. Addirittura più elevata è la quota di cooperative impegnate in innovazioni di processo.


(Foto di Emanuele Mùrino).

Dopo le valutazioni del presidente Gardini, spazio alle cooperative agricole che hanno presentato le proprie innovazioni di prodotto e, in alcuni casi, pure commerciali.

Paolo Gerevini, direttore marketing di Conserve Italia, ha illustrato le novità a marchio Valfrutta e Cirio. Un panorama fondato su un ideale triplice rispetto: delle persone, dell’ambiente e del consumatore.


Paolo Gerevini, direttore marketing di Conserve Italia. (Foto di Emanuele Mùrino).

Per quanto riguarda Valfrutta, Gerevini ha illustrato il completamento della gamma "Cotti a vapore" con i nuovi "piselli e carotine" e "mix rustico", prodotti ricchi di fibre e proteine, subito pronti e proposti nel formato monodose.



Riguardo alla IV gamma, si è agito su due fronti: rinnovo del packaging e completamento della linea con i contorni e mix di verdure.

Passando al marchio Cirio, uno degli storici della famiglia Conserve Italia, Gerevini ha presentato in anteprima nazionale la "Passata 500", una sorta di rivoluzione per un brand già così ben affermato sulle tavole degli italiani: bottiglia in PET, formato 540 grammi, con la promessa di gusto e densità in armonia con il rispetto dell’ambiente e con le richieste dei consumatori di oggi.

"A chi ha dubbi, ha spiegato Gerevini, basterà ricordare il successo ottenuto anni fa dal latte fresco proposto in PET". Peraltro, ha posto in rilievo, la "Passata 500" è già presente all’estero, sugli scaffali della GDO, e sta incontrando il favore dei consumatori in Francia e Polonia.

Ancora per Cirio, il "PomoPatè" proposto in tubetti da 100 grammi e concepito per le occasioni di socialità, per guarnire stuzzichini e tartine.

Da ultimo, "Le Monoporzioni", sughi pronti, pratici e veloci nel formato da 110 grammi, con apertura easy-peel: dedicato ai single e alle famiglie con ritmi e orari diversi.


(Foto di Emanuele Mùrino).

Silver Giorgini, direttore Qualità e Innovazione di Orogel, ha svolto il proprio intervento sull'innovazione retail nel 2012. Con un gradevole excursus, ha ripercorso l’evoluzione dello spinacio dal 1976 fino al nuovo "Cubello Foglia Più" che oggi propone uno spinacio con foglie più integre e morbide, surgelato con tecniche che preservano i liquidi cellulari del prodotto e ne mantengono le caratteristiche organolettiche.




Sul tema, Giorgini ha colto l'occasione per citare quanto accade in Australia dove, su circa 2.000 tonnellate/anno importate di spinaci surgelati, ne arrivano soltanto 20 dall'Italia.

Quindi, è stata la volta di "Fogliotto", contorno composto di otto (di qui, il nome del prodotto) verdure in foglia tra le quali alcune non proprio usuali: borragine, scarola e bieta rossa. "Prodotti difficili da surgelare – ha spiegato Giorgini – ma per fortuna Orogel ha una filiera corta e agricoltori espertissimi".


Silver Giorgini, direttore Qualità e Innovazione di OROGEL. (Foto di Emanuele Mùrino).

I nuovi "CondiRé", condimenti alle erbe aromatiche uno dei quali contiene peperoncino calabrese fresco non essiccato. L'ingrediente è stato premiato al MIA di Rimini, a febbraio 2012, come innovazione dell'anno.

Inedite new entry nell'assortimento le crepes surgelate "Lunette", con ripieno di mozzarella, al pomodoro, prosciutto o formaggi. "Si esce dal core business delle verdure – ha spiegato Giorgini – con prodotti 100% italiani e dedicati al consumo familiare".



Sempre in auge le confetture e composte di frutta "Virtù di Frutta", con nuove proposte: Confettura Extra, con l'80% di frutta; Bio, solo da agricoltura biologica; Piante Officinali, composte arricchite con rosa canina e bardana e senza zuccheri aggiunti; Leggerezza, confetture con il 50% in meno di zuccheri e il 30% in meno di calorie. Su questi prodotti, Orogel ha investito 5 milioni di euro in tecnologie

Presentate pure le novità di altre cooperative aderenti a Fedagri: come la Cantina di Colonnara che ha lanciato Icemary, spumante 100% puro succo d'uva biologico, zero alcool e certificato Halal; il Gruppo Mezzacorona con la proposta Rotary AlpeRegis Extra Brut, con residuo zuccherino finale di soli 4 grammi/litro; e la Latteria Plac ideatrice dello snack Sgranatelle a base di Grana Padano DOP ad alto contenuto di calcio, proteine e fosforo.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto