Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Henk Jansen della olandese Arjazon:

"Piatta la richiesta di cipolle e percentuale di tara senza precedenti"

Il mercato olandese della cipolla è fin troppo piatto al momento e di buona domanda non se ne parla proprio. "La Russia continua a essere presente, ma con volumi di scarso rilievo. E se la domanda da parte dell'Africa si ridimensionasse e dovessimo fare i conti solo con i russi, non saremmo poi così occupati", commenta Henk Jansen dell'azienda olandese Arjazon, che commercializza cipolle.

Nelle ultime settimane, il mercato africano ha registrato un leggero surplus. A causa delle feste di fine anno, infatti, sono stati esportati maggiori volumi di cipolle verso quella destinazione. "Abbiamo appena caricato una nave diretta verso il continente africano, ma il prodotto arriverà dopo le feste" continua Henk. Inoltre, non è che gli esportatori sentano un impellente bisogno di alleggerirsi la merce "Il prezzo del prodotto in sacchi naviga al momento su un livello di 0,28-0,29 euro. Se si è acquistato prodotto a 0,25 euro, vuol dire che non c'è poi così tanta necessità di vendere subito".

Guardando al prossimo anno, secondo Henk ci sarà un'ampia richiesta se saranno disponibili ancora buone cipolle. "Quattro settimane fa ero un po' più ottimista, ma la percentuale di tara è talmente elevata, da superare quella di 20 anni fa. Credo che le buone cipolle, se ce ne sono, saranno molto costose". Secondo il commerciante olandese non si sono acquistati maggiori volumi di cipolle dai produttori rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. "Con questa qualità, si parla solo di commercializzazione a breve termine", conclude Henk.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto