Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le prime piogge danno l'avvio alla stagione dei funghi

Dopo le temperature da record registrate ad agosto, arrivano finalmente le prime piogge che, oltre a rinfrescare l’aria, danno il via alla stagione dei funghi. Chi ama frugare nel sottobosco alla ricerca di qualche specialità micologica da portare in tavola, è adesso agevolato dall’aria umida. Si stima che quest'anno potranno essere raccolte fino a 30.000 tonnellate di funghi.

Sono questi i dati forniti dalla Coldiretti che ricorda anche come porcini, finferli, trombette e chiodini siano le specie più diffuse in Italia. Agli appassionati poi si consiglia di usare sempre cestini di vimini durante la raccolta e di rivolgersi agli esperti del comune o alle associazioni micologiche per controllare che i funghi trovati non siano velenosi.

Una volta certi del "bottino" è bene sapere che ci sono alcune specie di funghi che non devono essere cotte prima di essere conservate in congelatore, per esempio i porcini e le trombette, e altre che invece sono perfette solo cotte, come il lattario.

Dal punto di vista nutrizionale, infine, c’è da dire che i funghi contengono in prevalenza acqua, sono poveri di calorie ma al tempo stesso ricchi di vitamine del gruppo B, potassio e fosforo.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto