"Confagricoltura: e' giunta l'ora del marchio "Sicilia" per le produzioni dell'Isola"

Intervenendo sulla recente polemica innescata dalla trasmissione televisiva Striscia la Notizia, andata in onda con la puntata 'Tarocchi taroccati' (vedi anche precedente articolo), il presidente di Confagricoltura Sicilia, Gerardo Diana, ha auspicato la necessità di "perseguire un obiettivo comune, quello di avere il marchio Sicilia atutela di tutti i prodotti agricoli siciliani, che identifichi inmaniera semplice, efficace e inequivocabile il luogo d'origine erichiami in modo diretto per il consumatore le caratteristicheambientali e i valori culturali, che costituiscono il patrimonioesclusivo dell'isola. Il marchio 'Sicilia' attraverso i prodottiagricoli diventerebbe così il veicolo, l'ambasciatore dell'isola nelresto d'Italia e nel mondo".

Gerardo Diana ha aggiunto: "Il reale valore della produzione agrumicola siciliana, nello specifico, risiede nellecondizioni ambientali, uniche e irripetibili, dell'isola, posta alcentro del Mediterraneo. L'unicità delle produzioni agricole sicilianeè il risultato non solo delle condizioni ambientali ma anche delcontesto storico-culturale in cui esse vengono realizzate.".

Nel frattempo, si è svolta nella sala Giunta del Comune di Ribera (Agrigento) una riunione per stabilire le azioni da intraprendere a tutela dell'arancia di Ribera, marchio Dop che ha subìto un danno d’immagine a seguito del servizio di Striscia la Notizia. Dopo ampia discussione si è deciso di fare fronte comune e di intraprendere le azioni legali, incluso il ricorso da inoltrare all’autorità garante del mercato e della concorrenza, a salvaguardia dell’arancia di Ribera e di tutti i produttori agrumicoli dei paesi del circondario.

A noi di FreshPlaza sembrano già molto lontani e sbiaditi, e ce ne rammarichiamo, i tempi in cui i Consorzi agrumicoli siciliani avevano lanciato, soltanto un anno fa, un'iniziativa collettiva per la promozione dell'agrumicoltura siciliana, sotto lo slogan "I colori degli agrumi di Sicilia" (vedi precedente articolo).

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto