Si registra un lieve calo del 5% nella produzione pugliese della Cipolla Bianca di Margherita Igp: nel 2023 le quantità vendute sono state di circa 2.700 tonnellate. A parlarne è Giuseppe Castiglione, presidente del Consorzio di tutela e valorizzazione della cipolla a marchio Igp, che punta l'indice sui cambiamenti climatici.

Cipolla Bianca di Margherita Igp

"Il nostro calo della produzione non è determinato da un'attenzione inferiore da parte dei consumatori - dice Castiglione - Se avessimo avuto più prodotto i risultati quest'anno sarebbero stati sicuramente da record. Responsabili sono i cambiamenti climatici imprevedibili che favoriscono il sorgere di malattie sulla pianta in crescita, oltre a determinare l'aumento dei costi di produzione. Tutti fattori che stanno rendendo più acuto il mancato ricambio generazionale di manodopera specializzata. Da registrare un dato positivo, non da poco: i prezzi di vendita al produttore sono stati in salita del 25% rispetto agli anni precedenti. Il nostro Consorzio investirà quest'anno ancora di più sulla promozione, per garantire una maggiore redditività a chi continua a resistere nel settore".

"Anche quest'anno siamo a Fruit Logistica - continua il presidente - perché la fiera si conferma una valida occasione per la promozione del prodotto, ma anche per lanciare un messaggio importante: in un futuro non troppo lontano si rischia la scomparsa o la drastica riduzione del ruolo che l'agricoltura in terreni sabbiosi ha avuto nella crescita economica e sociale del Paese. Sono problemi comuni a tutto il settore agricolo, il cui malessere si sta manifestando in Europa con la marcia dei trattori, anche se non condividiamo i tratti esasperati della protesta. L'obiettivo a breve è l'organizzazione di un grande evento che vuol essere un momento di riflessione a più voci, dai produttori ai Comuni del territorio, con la Regione Puglia e le Università".

Semina su sabbia marina

Peculiarità
La Cipolla Bianca di Margherita Igp viene prodotta nei terreni sabbiosi del Mar Adriatico, a sud del Gargano, in una zona di elevato interesse ambientale, tutelata da una convenzione internazionale (Ramsar 1979), nei territori compresi tra Margherita di Savoia (BAT), Zapponeta (FG) e Manfredonia (FG). Al Consorzio, riconosciuto nel 2016, partecipano venti aziende di piccoli produttori, due cooperative di produzione, quattro aziende di confezionamento.

Il consorzio è presente a Fruit Logistica di Berlino in Hall 4.2, in uno stand realizzato insieme a Regione Puglia e Unioncamere pugliese.

Per maggiori informazioni:
Giuseppe Castiglione
Consorzio di Tutela della Cipolla bianca di Margherita IGP
Via Ronzino, 4
76016 Margherita di Savoia (BAT)
+39 339 44 06863
info@consorziocipollabiancamargheritaigp.it
www.cipollabiancaigp.it