Visita della delegazione Cermac - Macfrut

Serre ad alta tecnologia in Arabia Saudita

A margine della presentazione di Macfrut 2023 a Riyad, in Arabia Saudita (cfr. FreshPlaza del 14/09/2022), la delegazione di imprenditori e tecnici italiani ha visitato alcune realtà del territorio, fra cui un complesso di serre a coltivazione idroponica.

Nel momento della visita la serra era a fine ciclo, quindi la produzione era piuttosto scarsa

"Dava Farms, a circa 80 km a sud di Riyad - spiega Renzo Piraccini presidente di Macfrut - è un’azienda agricola di proprietà saudita che conduce diverse coltivazioni orticole in pieno campo. Hanno un progetto per complessivi 85 ettari di pomodoro in serra, di cui 15 già realizzati. Le serre sono in vetro, con coltivazione su substrato e fertirrigazione. Il modello di coltivazione è quello tipico olandese. Producono esclusivamente pomodoro ramato, destinato al mercato locale".

Gli operatori italiani hanno potuto verificare che il livello di qualità del prodotto è buono e il confezionamento avviene prevalentemente in cartoni. Hanno disponibilità di acqua che proviene da diversi pozzi profondi circa 100 metri. L’acqua è abbastanza salata, perché ha una conducibilità elettrica di 1800 micro simens; essa viene ridotta a 800 con deminaralizzatori e viene sterilizzata con raggi UV.

"Inoltre - prosegue Piraccini - raffreddano le serre nel periodo estivo e le riscaldano nel periodo invernale, dove a dicembre e gennaio la temperatura può arrivare anche a 0 gradi, con escursioni tra giorno e notte tra i 30 e i 40 gradi. Mantengono tutto l’anno una temperatura nelle serre fra i 16 e i 25 gradi".

La delegazione in visita

Dispongono di una moderna area per il confezionamento, con linea di confezionamento al momento semi-manuale. Sono in trattativa con una ditta italiana per l'installazione di una linea di selezione elettronica.

"Sono rimasto favorevolmente impressionato - ha commentato Giuliano Dradi, della Battistini Vivai - in quanto abbiamo toccato con mano un'elevata organizzazione, un prodotto di qualità e un progetto a lungo termine. Sarebbe bello che anche alle nostre latitudini ci fosse un'organizzazione tale da realizzare progetti da 85 ettari di serre ognuno, e tecnologicamente così avanzato". 

"Nel momento della nostra visita - conclude Piraccini - si era a fine ciclo e quindi la produzione era piuttosto scarsa". 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto