Eccellenze Nolane Cooperativa

Passate e sottoli biologici Presidio Slow, ricchi di biodiversità e territorio

“Abbiamo portato al Sana di Bologna, con grande successo di pubblico professionale, i nostri prodotti ricchi di biodiversità locale. Prodotti impreziositi dal valore aggiunto tipico delle produzioni biologiche che possono fregiarsi anche del riconoscimento Presidio Slow Food". Così Giovanni Trinchese, presidente della Cooperativa Eccellenze Nolane. 

Si tratta di tre prodotti: la Torzella riccia, una delle più antiche specie di cavolo conosciute, oggi presente soprattutto nell’agro nolano e acerrano; la Papaccella napoletana, un peperone, dalle bacche piccole, un po’ schiacciate e costolute - ecco perché si dice riccia -  molto carnosa e saporitissima: ideale per le conserve tradizionali sottolio, e l’Antico Pomodoro di Napoli, tecnicamente definito Smec 20, un'antica varietà del pomodoro San Marzano dal sapore agrodolce, il colore rosso vivo, la polpa delicata con scarsa presenza di semi e la classica forma allungata con buccia sottile e profumo inconfondibile. 

In foto: Giovanni Trinchese, presidente della Cooperativa Eccellenze Nolane

La Cooperativa Eccellenze Nolane, nata nel 2015 alle pendici del Vesuvio tra Camposano e Cimitile (NA), è iscritta nell'elenco degli agricoltori custodi della biodiversità. Coltiva e trasforma prodotti unici e straordinari, riportati in vita grazie alla riscoperta dei semi antichi. Sono circa una decina i soci dell’impresa a maggioranza femminile, tutti orientati nella scelta di specie vegetali autoctone e che coltivano in regime biologico alla riscoperta di antichi sapori, espressione della natura dei terreni vulcanici.


Katia Tsapakina, legale rappresentante della Cooperativa Eccellenze Nolane 

"Fino a vent’anni fa, alle falde del Vesuvio - spiega Giovanni Trinchese  - si coltivava maggiormente pomodoro della tipologia San Marzano - ne esistevano circa 30 ecotipi diversi. Un pomodoro delicatissimo, dalla buccia sottile, che mantiene a lungo il suo sapore e profumo anche dopo la trasformazione, ma che va maneggiato con cura. A causa della diffusione di agenti patogeni aggressivi e della scarsa competitività in termini di resa e di costi di lavorazione, si diffusero ibridi commerciali più produttivi, resistenti ad alcune malattie e idonei alla meccanizzazione, sebbene con caratteristiche qualitative e organolettiche nettamente inferiori".

La passata con tre varietà di pomodoro bio, la papaccella napoletana e la Torzella riccia napoletana il olio extra vergine d'oliva in esposizione tra le novità al Sana di Bologna

“Tra le novità in produzione dalla campagna in corso - spiega Giovanni Trinnchese - la nuova passata di pomodoro che abbiamo lavorato con un mix di tre varietà di pomodoro locale. Un’esplosione di sapori ottenuta da pomodori dolci e maturi lavorati al naturale, senza conservanti, e di varietà: San Marzano, Antico Pomodoro di Napoli e datterino Caramello. Il prodotto è disponibile nei formati da 450 e 750 grammi".

"Buyer americani e francesi in particolare hanno affollato il nostro stand, incuriositi dal racconto dei prodotti in quanto esprimono la cultura del territorio, considerato che il processo parte dalla selezione di semi autoctoni. Inoltre siamo in biologico dal 29 giugno con il doppio requisito che trasformiamo a filiera corta dal seme all’invasettamento anche prodotti Slow Food”.

Sughi e prodotto sottolio della linea InDispensabile

La gamma dei prodotti a marchio si completa con la lavorazione della zucca lunga di Napoli, la melanzana Tonda di Scafati,  la cima di viola e a grappolo, i pomodorini Già Giù, il datterino caramella e tantissime altre varietà antiche e fortemente legate al territorio dal punto di vista storico, sociale e culturale.

Particolarmente apprezzato il Broccolo dell’Olio disponibile a foglia intera sottolio extravergine d'oliva italiano in formato vetro da 280 grammi o in pesto con l'aggiunta di nocciole avellane disponibile n formato vetro da 180 grammi. Il Broccolo dell’Olio è un antico ortaggio dell’area vesuviana appartenente alla famiglia delle Brassicacea, molto complesso da seguire dal punto di vista agronomico, con tempi di maturazione decisamente più lunghi rispetto al tradizionale Friariello o al cavolo broccolo.

"Nel laboratorio artigianale- conclude Giovanni Trinnchese -  tutte le materie prime arrivano in tempi rapidi dal momento della raccolta, che avviene gradualmente, quindi sono selezionate in modo maniacale, lavorate a mano e confezionate con tecniche che utilizzano mani sapienti e basse temperature. Nello specifico, la tecnica del sottovuoto per non stracuocere il prodotto per non alterare i sapori in origine. I trasformati sono destinati ai canali retail, horeca e ristorazione, quindi disponibili in vaso vetro dai piccoli formati da 280 g ai grandi formati sia in Italia sia all'estero".

Per maggiori informazioni:
Eccellenze Nolane Cooperativa
Via Mario De Sena, 231
80035 Nola (NA) - Italy
+39 081 18746505
+39 351 124 5552
commerciale@eccellenzenolane.it
www.eccellenzenolane.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto