Guarda il video aziendale L'Agro del Kiwi!

Insolito uso del kiwi: puo' costituire la base per un aceto

Un esempio virtuoso di economia circolare applicato al settore primario, a dimostrazione che dai frutti non si butta via nulla. Parliamo del kiwi: quello di calibro adeguato viene destinato al mercato del fresco, mentre le produzioni che non rispondono agli standard richiesti dal mercato, possono essere destinate alla trasformazione.

Abbiamo intervistato a tal proposito Federica Ferrari e il fratello Enrico, fondatori della start-up L'Agro del Kiwi che già da anni realizza aceto, ma anche glasse e confetture di aceto, a base di kiwi a polpa verde.

In foto, Enrico e Federica Ferrari.

L'Agro del Kiwi è l'azienda sorella di trasformazione dei frutti coltivati nei terreni dell'impresa Oltre il Kiwi, attività condotta dalla famiglia Ferrari in provincia di Latina, specializzata da circa 40 anni nella coltivazione di kiwi Hayward, che produce in regime biologico. L'attività aziendale, con il ricambio generazionale, ha puntato a valorizzare i frutti di minor pregio attraverso il recupero dei calibri di piccola pezzatura. Due i pilastri fondamentali: sostenibilità e innovazione, nel rispetto delle tradizioni e della cultura del territorio.

Grazie ad attente scelte produttive e a un'accurata lavorazione in campo delle materie prime, L'Agro del Kiwi è in grado di offrire un'ampia gamma di trasformati ottenuti da un laborioso processo di fermentazione e acetificazione del frutto. Il risultato è un prodotto dal retrogusto agrodolce, intensamente fruttato, dal colore giallo ambrato, la cui qualità è dettata dai tempi della fermentazione naturale.


Nello specifico, la linea si completa con: aceti di kiwi 100% disponibili nei seguenti formati:

  • Aceto di kiwi n° 5, disponibile in formato da 100 ml e 500 ml per il canale horeca.
  • Aceto di kiwi n° 2, disponibile nei formati da 250 ml fino a 750 ml per il canale horeca.
  • Inoltre la gamma si completa con una Confettura dal gusto persistente, lavorata con il frutto intero compresi i semini e la glassa di aceto.

Si tratta di condimenti adatti al consumatore che sceglie pietanze gourmet e da chef molto esigente. Sia l'aceto sia la glassa rientrano tra i prodotti più ricercati e pregiati sostenuti da un brevetto registrato nel 2014 relativo al processo per la produzione innovativa dell'aceto 100% di kiwi. Brevetto che ha permesso di registrare l'azienda come start-up innovativa a giugno 2017.

"I nostri trasformati - racconta Federica Ferrari - vengono realizzati nel laboratorio interno all' azienda e sono il risultato di collaborazioni accademiche tuttora in corso con l'Università di Firenze che ha portato a studi preliminari di caratterizzazione sia del frutto di kiwi sia del prodotto finito (aceto 100% di kiwi), evidenziandone le peculiarità in termini di proprietà salutistiche e principi attivi. L'obiettivo, adesso, è la progettazione e formulazione di una linea di prodotti funzionali denominata NutraKiwi 2FR, un progetto che si avvarà delle collaborazioni con degli atenei di Tor Vergata, della Tuscia , di Firenze e dell' Itzs(stituto Zooprofilattico Sperimentale) di Lazio e Toscana.

La creazione di prodotti innovativi, quali aceti di kiwi giovani e invecchiati, avviene mediante un processo di fermentazione e acetificazione che, mediamente, dura dai due anni fino ai cinque anni per il prodotto più invecchiato. Il marchio, nel 2020, ha conquistato l'Oscar Green per l'innovazione e la tutela di alimenti naturalmente funzionali a base 100% di kiwi, per il benessere, la salute e la tutela del territorio dell'Agro Pontino.

Anche le glasse e le confetture di aceto 100% di kiwi sono un articolo di grande valenza nutrizionale dei composti bioattivi. Ultimo arrivato il catalogo, il cioccolatino, realizzato con cioccolato fondente al 70%, con gelée 100% Aceto di kiwi n° 5.

"Sul versante agricolo - conclude Enrico Ferrari - abbiamo poca produzione, pertanto la merce disponibile terminerà prima della conclusione della campagna. I nostri volumi sono stati penalizzati a partire dalla gelata del 2017; un fenomeno divenuto costante, e aggravato da una serie di concause tra cui i cambiamenti climatici e la ben tristemente nota moria del kiwi, che porta al declino della pianta, con appassimento delle foglie e avvizzimento dei frutti, in seguito alla compromissione dell'apparato radicale".

I trasformati a marchio L'Agro del Kiwi sono presenti in Italia e all'estero nei canali specializzati e Horeca. In Italia è possibile acquistarli anche tramite il canale online e nella grande distribuzione, in corner territoriali dedicati ai prodotti tipici del territorio.

Contatti:
L'Agro del Kiwi Srl
Via Don Torello, 11
04100 Latina (LT)
Cell.: +39 346 3635248
Email: info@lagrodelkiwi.it
Web: www.lagrodelkiwi.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto