Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

14 giorni in mare e alta qualita' all'arrivo

L'ozono consente un ottimale trasporto via mare dei peperoni quadrati

Generalmente, i peperoni quadrati non sono considerati ortaggi idonei al trasporto transoceanico in container, in quanto non si conservano molto bene sui lunghi tempi di percorrenza via mare. "Sono una varietà vegetale più debole", afferma Christian DeBlasio della Purfresh. "Prima di tutto sono molto sensibili al decadimento, deperimento e appassimento della buccia", ha affermato. Un altro rischio nel trasporto a lunga distanza dei peperoni quadrati, è l'elevato rischio di muffa grigia (Botrytis cinerea) e il conseguente marciume, che può facilmente diffondersi da frutto a frutto.

"Dal momento che i peperoni quadrati non sono climaterici, rispondono molto poco all'etilene, ma la superficie ambientale e i batteri presenti nell'aria, così come la muffa, possono accelerare il loro tasso di deterioramento e l'incidenza del decadimento", ha aggiunto DeBlasio. L'atmosfera controllata tradizionale ad alta CO2, che viene spesso utilizzata durante i trasporti oceanici, può causare dei danni, come butteratura, scolorimento e deperimento.

Il modello Purfresh 2405 produce ozono per preservare i peperoni quadrati freschi.

Quindi, come è possibile che i peperoni quadrati abbiano trascorso 14 giorni in un container oceanico, da Israele alla Russia, presentando all'arrivo una qualità eccellente?

L'ozono riduce i rischi chimici per la salute
"E' perché abbiamo la possibilità di aggiungere ozono", ha detto DeBlasio. Per frutti non climaterici come i peperoni quadrati, nel 2008 la Purfresh ha introdotto sul mercato l’Atmosfera attiva con ozono. "L'ozono attacca e riduce la crescita di muffe e aumenta la sicurezza alimentare.Può eliminare al 99 per cento Escherichia coli, Salmonella e Listeria spp., senza lasciare residui. Frutta e verdura conservate con l’ozono per più di sette giorni mostreranno una significativa riduzione dei residui superficiali di fungicidi e pesticidi, con conseguente riduzione dei rischi chimici per la salute del consumatore.

La prova scientifica dei vantaggi che si possono ottenere mediante l'utilizzo dell'ozono è stata pubblicata in una tesi di dottorato di ricerca di Alwi, Nurul Alyaa (2017), Università di Nottingham. I trattamenti con l’ozono incidono sullo sviluppo di batteri e antracnosi sul peperone quadrato. Lo studio ha dimostrato che l'ozono riduce le popolazioni di E. coli e Salmonella, e lo sviluppo di antracnosi sul peperone quadrato.

L'ozono preserva la compattezza
Oltre a ridurre i rischi per la salute, l'ozono preserva la compattezza della buccia del peperone quadrato. Questo favorisce la resistenza alle malattie, riduce la perdita di peso e gli sprechi offrendo allo stesso tempo un prodotto più invitante per il consumatore.

Foto delle ispezioni all'arrivo dei peperoni quadrati, dopo 20 giorni all'interno di un container oceanico refrigerato, da Israele fino in Russia.

Opportunità per i Paesi produttori
Negli ultimi sette anni, la Purfresh ha completato con successo oltre 500 spedizioni commerciali di peperoni quadrati, utilizzando l’ozono in atmosfera. A causa della sua lunga storia e competenza nella coltivazione dei peperoni quadrati, i Paesi Bassi sono una fonte chiave per le spedizioni di questo ortaggio, insieme al vicino Belgio. La maggior parte dei container spediti fuori dai Paesi Bassi erano destinati in Sudafrica.

Team di gestione della sede centrale della Purfresh a San Francisco, California.

Tuttavia, DeBlasio intravede delle opportunità anche per molti altri Paesi che coltivano peperoni quadrati. "Molti peperoni vengono coltivati in California, nella Columbia Britannica e nell'Ontario (Canada), con la possibilità di esportare in Giappone, Taiwan e Corea del Sud. Tuttavia, molti spedizionieri non sanno del ruolo che l'ozono può svolgere nella qualità dei prodotti, preservandola fino all'arrivo a destinazione. Siamo ancora l'unica azienda al mondo in grado di creare ozono nei container oceanici", ha affermato DeBlasio.

Non sono solo i peperoni quadrati a beneficiare dell'utilizzo dell'ozono. Altre varietà di prodotti non climaterici comprendono ananas, uva da tavola, agrumi, cipolle, meloni e patate. Sono tutti prodotti soggetti allo sviluppo di muffe e al decadimento.

Per maggiori informazioni:
Christian DeBlasio
Purfresh
Tel: (+1) 813-546-0274
cdeblasio@purfresh.com
www.purfresh.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto