Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il mercato francese delle patate rallenta in casa e all'estero

Da alcune settimane, il mercato francese delle patate è relativamente calmo, secondo Eric Parisseaux, direttore alle vendite per le esportazioni e l’industria della ditta Vitexport.

"La campagna è iniziata bene a ottobre, con una domanda sostenuta a livello domestico e nelle esportazioni, ma ora i consumi sono leggermente diminuiti. La domanda del settore, tuttavia, ha avuto una leggera accelerazione con i problemi di completamento della raccolta a ottobre e novembre, in particolare per i prodotti di media qualità".

Eric non conosce davvero i motivi di questo improvviso calo del mercato interno. "Le temperature non sono abbastanza alte da rappresentare un ostacolo al consumo. Gli eventi sociopolitici che si svolgono in Francia non sono nemmeno l'unica ragione, perché il mercato aveva già subito un rallentamento".

"Sappiamo che c'è un calo del consumo del fresco, a beneficio dell'industria di trasformazione, ma questo non spiega la situazione. Una spiegazione plausibile potrebbe essere il minor numero di attività promozionali tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre, e il fatto che i supermercati sono sempre più interessati alle piccole confezioni, a scapito dei sacchi da 10 o 25 kg. Neanche i prezzi possono essere il problema, perché sono inferiori rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso".

Secondo Eric, dobbiamo comunque relativizzare questo calo sul mercato francese, poiché è seguito a un ottimo inizio di anno, con molte attività promozionali nei negozi, a settembre e ottobre.

"Per quanto riguarda le esportazioni, siamo in costante evoluzione da settembre, ma ciò è dovuto in particolare a un assortimento più ampio di clienti e a un migliore approvvigionamento".

La Vitexport esporta in molti Paesi. "All'inizio della campagna, c’è stata una buona richiesta dalla Romania e, in anticipo rispetto al solito, da Italia, Spagna, Belgio ed Europa dell'Est. La Germania ha avuto un buon raccolto, quest'anno, e ha acquistato meno del solito".

Nel complesso, la produzione di patate e la loro qualità sono superiori a quelle dello scorso anno. Ma le circostanze sono abbastanza diverse, a seconda della zona geografica. "Nell'Europa occidentale, la semina è stata superiore del 4,5% rispetto al 2018, e i livelli di produzione sono adeguati. D'altra parte, ci sono stati molti problemi di scavature (per raccogliere i tuberi dal terreno, NdR) alla fine della campagna, specialmente in Olanda, Belgio e Francia settentrionale. Sembrerebbe che alcuni produttori non abbiano ancora terminato le scavature, fino al 15-20% attorno a Calais e in media al 5% nel nord della Francia e in Belgio"

La produzione nell'Europa orientale è inferiore rispetto allo scorso anno. "Ci sono stati alcuni problemi con le rese, a causa della siccità". Nell'Europa meridionale, la produzione spagnola è stata eccezionale. "Siamo stati in grado di acquistare volumi significativi in Spagna, all'inizio della campagna, il che ci ha permesso di effettuare in maniera fluida il passaggio alle patate del nuovo raccolto".Eric pensa che la qualità del prodotto sarà ancora una volta uno dei fattori determinanti della campagna. "Come al solito, stanno arrivando sul mercato molti lotti di media qualità. Per il momento abbiamo difficoltà a liberarcene, e questo potrebbe pesare sui commerci, Tuttavia, anche il deficit di produzione nell'Europa orientale potrebbe riequilibrare questa tendenza".

"Naturalmente, come al solito sarà l'industria il barometro del mercato delle patate. Il settore delle chips è ora relativamente calmo, con pochi acquisti di materia prima sul mercato libero. In effetti, il prezzo è leggermente inferiore per questo segmento, quindi più basso dei prezzi stipulati sotto contratto di fornitura. Con un livello di contrattualizzazione più alto rispetto allo scorso anno, e volumi più elevati rispetto al 2018/19, la fine di questa campagna promette di essere piena di incertezze".

Per maggiori informazioni:
Eric Parisseaux
VitExport
e.parisseaux@vitexport.net 
www.vitalis-reseau.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto