Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Legge 3 del 2012: protocollo d'intesa a sostegno delle imprese agricole in crisi

Il Ministero della Giustizia, prima dell'estate scorsa, aveva autorizzato l'OCC (Organismo di Composizione della Crisì) dell'Ordine dei Commercialisti di Ragusa (cfr. FreshPlaza del 22/06/2017), cui fanno parte i commercialisti nella qualità di gestori della crisi. Il referente, come molti ricorderanno è Michelino Ciarcià, già Consigliere della Corte d'appello e attualmente presidente della Commissione Tributaria provinciale di Ragusa.



I primi casi sono già stati presi in carica dall'organismo, che adesso si avvale della collaborazione dei sindacati. Infatti, è stato firmato un paio di giorni fa, a Ragusa, un protocollo d'intesa tra Confagricoltura Ragusa e l'Organismo di Composizione della Crisi dell'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili locali.

A porre in calce la propria firma, Antonino Pirrè per Confagricoltura e Maurizio Attinelli per l'Ordine dei dottori commercialisti, che hanno così avviato una collaborazione sinergica in grado di garantire un nuovo servizio per la gestione e la risoluzione delle situazioni di crisi che interessano le imprese agricole.

Gli associati potranno usufruire di questo accordo che garantisce la continuità della gestione, la conservazione dell'integrità dell'azienda agricola e importanti benefici dell'esdebitazione, connessi al buon esito delle procedure previste dalla legge n. 3/2012 (la cosiddetta legge anti suicidi - n.d.r.).

Il problema del sovraindebitamento delle imprese agricole rappresenta oggi, sia nell'area iblea che nel territorio nazionale, un fenomeno dilagante alimentato dalla perdurante crisi di mercato e dalle politiche restrittive del credito. Per le aziende agricole in crisi che si rivolgono all'Organismo, si avvia una procedura con la nomina di un gestore, professionista abilitato e iscritto in un apposito registro, che assiste l'impresa agricola nella predisposizione di una proposta di risoluzione della crisi da presentare al Tribunale, anche ai fini dell'esdebitazione.

"Considerato che, allo stato attuale, permangono diverse criticità nell'accesso alle procedure di regolazione delle crisi da parte delle imprese agricole - ha detto Antonino Pirrè - si è ritenuta di rilevante importanza avviare un'attività di collaborazione fattiva con l'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, offrendo soluzioni concrete a un problema annoso che attanaglia il tessuto produttivo e che, sempre più, mette in ginocchio le imprese agricole piccole e medie".

"Con l'OCC si dà piena concretezza alla legge 3 del 2012 - ha detto dal canto suo Attinelli - consentendo alle piccole imprese e alle famiglie pressate dai debiti di riavere fiducia, affidandosi a commercialisti iscritti nell'apposito albo dei Ministero di Giustizia come 'gestori della crisi', che realizzano appositamente un piano di rientro dall'esposizione debitoria. Oggi i commercialisti abilitati dal Ministero, in provincia di Ragusa sono 150".

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto