Intervista a Giuseppe Zarba, presidente concessionari ortofrutticoli di Vittoria

Si mantengono alti i prezzi del pomodoro da mensa

Le orticole da serra di origine siciliana continuano a mostrare prezzi piuttosto sostenuti, ma solo per quanto riguarda la "merce rossa", definizione con la quale s'intende sostanzialmente il pomodoro da mensa.

Da una breve ricognizione compiuta con Giuseppe Zarba, presidente dei concessionari del mercato ortofrutticolo di Vittoria, si conferma una tendenza che in molti, tra i produttori, sperano possa confermarsi ancora per qualche tempo. 

Giuseppe Zarba

"Prezzi così alti - ha dichiarato Giuseppe Zarba - non trovano spiegazione se non unicamente nella mancanza di prodotto in serra. L'andamento climatico, fin dall'autunno scorso, ha provocato uno squilibrio produttivo che ha portato a questa situazione, in cui la domanda supera l'offerta. A ciò si aggiunge la circostanza per cui i nostri concorrenti, cioè i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, hanno avuto a loro volta problemi in termini di produzione e, quindi, non hanno potuto compensare il deficit della nostra offerta. I produttori del Nord Europa, inoltre, che solitamente producono sotto luce artificiale, hanno dovuto fermarsi a causa del caro energia. Infine, la produzione complessiva (internazionale) di pomodoro continua a soffrire di limitazioni a causa del virus ToBRFV".

Ma vediamo quali sono i prezzi medi per i diversi prodotti nella categoria extra: ciliegino 2,80 euro/Kg; midi plum 2,40 euro/Kg; datterino 2,80 euro/kg; datterino giallo 4,00 euro/kg. Bene anche il peperone: peperone rosso 1,80 euro/kg; peperone giallo 2,50 euro/kg. Diversa la situazione per le altre referenze: zucchino 0,60 - 0,70 euro/kg; melanzana tonda 0,40 euro/kg; cetriolo 0,30 euro/kg. Certo, la panoramica non è esaustiva, ma i prezzi riferiti da Zarba (ricordiamo che il mercuriale agricolo del mercato di Vittoria non è attualmente in funzione) forniscono un'idea abbastanza precisa della situazione.

"I prezzi bassi delle melanzane sono riconducibili alla concorrenza spagnola, la cui produzione è nel suo picco - ha proseguito il presidente - Tra poco, indicativamente a metà maggio, inizieranno le raccolte dei trapianti di pomodoro da mensa più recenti, cioè della seconda campagna. Tuttavia non ci aspettiamo molta merce, almeno non da subito, anche se sta per arrivare anche sul mercato italiano il pomodoro tondo liscio di provenienza olandese e albanese e il ciliegino di provenienza mediterranea extra-UE".

"In conclusione - dice Zarba - nonostante il grave deficit sui volumi di merce, specialmente per chi, come me, commercializza prevalentemente pomodoro per il mercato del fresco, l'andamento complessivo fin qui ha fatto segnare dati positivi. Quel che abbiamo perso in quantità, lo abbiamo recuperato grazie al maggior valore del prodotto commercializzato. Si tratta di differenze minime di prezzo rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, ma pur sempre soddisfacenti".


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto

State utilizzando un software che blocca le nostre pubblicità (cosiddetto adblocker).

Dato che forniamo le notizie gratuitamente, contiamo sui ricavi dei nostri banner. Vi preghiamo quindi di disabilitare il vostro software di disabilitazione dei banner e di ricaricare la pagina per continuare a utilizzare questo sito.
Grazie!

Clicca qui per una guida alla disattivazione del tuo sistema software che blocca le inserzioni pubblicitarie.