Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Perfarelalbero: "Stiamo riducendo la dipendenza degli agricoltori dai prodotti tradizionali"

Riduzione degli agrofarmaci: un cambiamento che parte dai rivenditori

L'Unione Europea vuole che si potenzino e si utilizzino sempre più strumenti naturali per proteggere e nutrire le colture, riducendo così l'uso di agrofarmaci ottenuti da sintesi chimica, in modo da ottenere un duplice vantaggio: salvaguardare l'ambiente e fornire prodotti più salubri ai consumatori.

Un orientamento moderno e cosciente viene da anni perseguito anche da Perfarelalbero, il noto e-commerce di prodotti per l'agricoltura che sta registrando ottimi feedback dagli utenti in tutta Italia. A parlarcene è Micaela Avignone, account manager del suddetto portale: "Abbiamo scelto di orientarci esclusivamente al biologico e vogliamo che anche i nostri clienti lo facciamo, non soltanto per ragioni etiche e morali, ma anche per questioni economiche, in quanto solitamente un prodotto
biologico registra un prezzo maggiorato rispetto a quello convenzionale. Pur avendo in catalogo ancora alcune soluzioni di difesa e nutrizione tradizionali, stiamo con il tempo eliminando la maggior parte dei prodotti chimici di sintesi a scopo fertilizzante e antiparassitario dalla nostra offerta, in modo da poter ridurre la dipendenza che lega gli agricoltori all'uso dei prodotti tradizionali".

"Un lavoro complesso, quello di convincere gli utilizzatori professionali alla sostenibilità, ma assolutamente necessario. L'obiettivo è di togliere a monte la possibilità di scegliere la chimica di sintesi, lasciando come unica alternativa prodotti nuovi e non nocivi. Non ci riteniamo dei semplici rivenditori, ma professionisti che offrono consulenza e assistenza per offrire soluzioni concrete agli agricoltori".

Il team di Perfarelalbero sente dunque il dovere morale di orientare gli agricoltori verso la sostenibiltà. "Testiamo continuamente i prodotti per definire strategie biologiche a tutto tondo e da questa mission, ovvero quella di trovare soluzioni sostenibili ed efficaci che guardino con lungimiranza al futuro, è nata la strategia sostenibile per la fragola, una delle eccellenze ortofrutticole italiane", spiega invece l'agronomo. Francesco Quinto.

E aggiunge: "Cerchiamo di assistere i produttori nella ricerca delle migliori strategie davvero efficaci per soddisfare un mercato popolato da consumatori sempre più attenti alla salubrità dei prodotti". 

A tal riguardo, Maurizio Tancredi, responsabile tecnico di Perfarelalbero, ha selezionato tre prodotti, all'interno di una strategia per la gestione del fragoleto: Shark, Amylox - lc e Rophoria P.
"Al giorno d'oggi - commenta Tancredi - l'offerta sul mercato delle aziende produttrici di agrofarmaci è vastissima, ma gli stessi prodotti devono essere gestiti nel modo giusto per avere i risultati desiderati. Durante la passata campagna fragolicola, ho voluto testare personalmente e liberamente, l'azione combinata dei suddetti tre
prodotti che, grazie agli ottimi risultati ottenuti, abbiamo deciso poi di inserire nel catalogo di Perfarelalbero, per perfezionare la strategia di difesa sulla fragola".

Amylox Lc è un biofungicida che, oltre a proteggere l'apparato radicale, ha una grande effetto biostimolante, mentre Rophoria P ha contribuito a sconfiggere gli afidi Chaetosiphon fragaefolii e  Macrosiphum euphorbiae, i quali stavano creando molteplici problemi negli ultimi anni. "Shark, contro tripidi, in special modo Frankliniella occidentalis, sempre più resistente alle molecole chimiche, si è dimostrato completamente selettivo nei confronti dell'entomofauna utile, anche nei contesti in cui si utilizzano comunemente i lanci di insetti e acari utili, come per la fragolicoltura", finisce Tancredi. 

Per maggiori informazioni:
Per fare l'albero 
Via lido 13
75025 Policoro
(+39) 392 8081522 - 329 7407677
info@perfarelalbero.it
perfarelalbero.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto