Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Sta per iniziare la stagione agrumicola egiziana

"La produzione di arance Valencia è piuttosto abbondante"

Secondo Abdulla Tharwat, responsabile dello sviluppo commerciale dell'azienda egiziana d’esportazione di prodotti ortofrutticoli Pyramids Agricultural Investment Co., la stagione delle esportazioni egiziane di agrumi sta per iniziare.

"Il primo dicembre è stato il primo giorno di esportazione degli agrumi egiziani, secondo l'amministrazione centrale della quarantena agricola che, dal 20 novembre, ha consentito la trasformazione e il confezionamento delle materie prime negli impianti di confezionamento degli agrumi. Queste norme consentono di controllare la maturazione e il colore degli agrumi in Egitto. Pertanto, abbiamo iniziato la stagione confezionando clementine e la prossima settimana inizieremo con le arance Navel".

Tharwat prevede un’abbondante produzione, ma calibri piccoli. Questo potrebbe portare a prezzi più alti per i calibri più grandi. "La produzione è piuttosto abbondante quando si tratta di arance Valencia, quindi ci aspettiamo maggiori quantità con calibri piccoli (72,80,88). Ciò significherà anche che ci sarà una carenza dei calibri più grandi (48, 56, 64). Rispetto alla stagione precedente, i calibri grandi saranno meno accessibili in questa stagione. La produzione di mandarini è molto limitata, il che porta a prezzi stimati elevati anche per i mandarini, da parte degli agricoltori".

Gli agricoltori in Egitto speravano di ricevere prezzi più alti poiché anche i loro costi sono aumentati. Tuttavia, Tharwat spiega che i prezzi non saranno più alti di quelli dell'anno scorso: "Il prezzo previsto dei mandarini sta raggiungendo circa 0,30 dollari in azienda, mentre i prezzi delle arance dovrebbero oscillare tra 0,19 e 0,23 dollari. Gli agricoltori si lamentano dell'aumento dei costi di produzione e si aspettano prezzi più alti per i loro prodotti ma, sfortunatamente per loro, i prezzi non hanno superato la fascia di prezzo della stagione precedente".

L'Egitto sta affrontando una crisi valutaria, che non solo ostacola le importazioni, ma rende anche molti dei costi di input più costosi per gli esportatori. "Le aziende esportatrici soffrono molto delle variazioni del tasso di cambio delle valute, poiché tutte le materie prime dei materiali d’imballaggio importati dall'Egitto sono diventati relativamente più costosi. I prezzi dei materiali d’imballaggio sono ora ai massimi livelli. Rispetto alla stagione precedente, il prezzo del cartone telescopico è più che raddoppiato".

Tutto ciò significa che la stagione degli agrumi non è stabile per gli agricoltori. Tuttavia, Tharwat spera che abbia comunque successo. "Alcuni mercati sono stabili e altri sono fortemente influenzati dal tasso di cambio delle valute e dalle nuove regole sull'importazione imposte dalle banche centrali. Atri non saranno in grado di importare le stesse quantità, come il Bangladesh, mentre si prevede che nazioni come i Paesi Bassi accetteranno quantità maggiori. Speriamo per il meglio per gli agrumi egiziani in questa stagione!".

Per maggiori informazioni:
Abdullah Tharwat
Pyramids Agricultural Investment Co.
Cell.: +201005027256
Tel/Fax: +20452633420
Email: Abdallah@pyramids-agriculture.com     
Web: pyramids-agriculture.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto