Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il settore sudafricano dei mirtilli recupera il tempo perduto

L'industria sudafricana dei mirtilli sta recuperando il tempo prezioso perso durante il recente sciopero dei lavoratori portuali. Di recente, 3.500 tonnellate di mirtilli hanno lasciato Città del Capo alla volta del Regno Unito e dell'Europa.

"Sebbene si tratti di un volume significativo nel contesto sudafricano, è un volume che può essere comodamente assorbito dai mercati del Regno Unito e dell'Ue. Ci aspettiamo che questo coincida con la riduzione dell'offerta sudamericana e con la ripresa delle esportazioni sudafricane", afferma Elzette Schutte, direttore operativo di BerriesZA.

"Il momento dello sciopero dei lavoratori non è stato ideale per il mercato dell'esportazione dei mirtilli, tuttavia gli esportatori e i loro team logistici hanno tenuto conto dei ritardi attraverso una maggiore capacità di stoccaggio a freddo, un maggiore utilizzo del trasporto aereo e il reindirizzamento della frutta verso mercati alternativi e più adatti".

Schutte prosegue: "I mercati dell'Ue e del Regno Unito continueranno ad essere serviti pienamente in questa stagione, con le rotte di spedizione che torneranno agli orari precedenti allo sciopero entro le prossime due settimane". L'industria sudafricana dei piccoli frutti è orgogliosa della qualità del prodotto e ci aspettiamo che questo livello di qualità venga mantenuto per tutta la stagione, soddisfacendo le aspettative dei rivenditori del Regno Unito e dell'Ue".

L'esperta osserva che, prima delle recenti interruzioni, la logistica delle esportazioni via container ha mostrato un'efficienza molto migliorata dopo le difficoltà causate dal Covid-19. "Il settore si è impegnata attivamente con i fornitori di servizi dei terminal container sudafricani per facilitare questa inversione di tendenza".

Le varietà a bordo rappresentano il meglio
Le esportazioni di mirtilli verso l'Europa per l'anno in corso sono attualmente inferiori del 17% rispetto alle previsioni a causa delle interruzioni, ma l'industria prevede di recuperare questo deficit nelle prossime settimane, grazie all'elevata domanda di mirtilli sudafricani. Le esportazioni in Europa rappresentano il 50% del mercato sudafricano.

"Siamo fiduciosi sulla qualità dei mirtilli provenienti dal Sudafrica in questa stagione, perché le condizioni climatiche sono state favorevoli e hanno portato a buoni raccolti in tutto il Paese. Le varietà di questa partita rappresentano il meglio dei mirtilli sudafricani. Inoltre, l'inizio della stagione è stato più lento, quindi non prevediamo un eccesso di offerta sul mercato".

I ricevitori sono stati ben informati sull'aumento dei volumi in corso. Il raccolto totale previsto per la stagione è di 25.000 tonnellate di mirtilli, esportati in diversi mercati internazionali.

Per maggiori informazioni:
Elzette Schutte
BerriesZA
elzette@berriesza.co.za
www.berriesza.co.za


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto