Nemapom, bioinsetticida contro la carpocapsa

I Lepidotteri rappresentano uno dei principali gruppi di fitofagi dei fruttiferi. In particolare, la carpocapsa (Cydia pomonella) è responsabile di gravi danni alla produzione. La difesa da questo importante fitofago si sviluppa durante tutta la stagione produttiva con diversi strumenti orientati alla protezione della produzione dell'annata in corso: confusione sessuale, agrofarmaci chimici e microbiologici. Dopo la raccolta, a fine estate-inizio autunno è possibile intervenire efficacemente sulle forme svernanti con benefici effetti sulla stagione successiva.

Biogard®, divisione di CBC (Europe) S.r.l., propone per gli interventi in questa fase della stagione Nemapom® bioinsetticida a base del nematode Steinernema feltiae attivo contro le larve svernanti di carpocapsa. Una volta applicati, i nematodi si mettono attivamente alla ricerca dell'ospite, penetrano nelle larve e rilasciano i batteri simbionti che le portano a morte.

Steinernema feltiae è un nematode che manifesta una maggiore resistenza alle basse temperature. Infatti, si mette alla ricerca dell'ospite già a 8°C. Per questo può essere impiegato contro la Carpocapsa delle pomacee e anche altri Lepidotteri svernanti sotto la corteccia dei fruttiferi. Nemapom si presenta in vaschette di plastica che contengono i nematodi mescolati a materiale disperdente, che deve essere disciolto in acqua.

Nei frutteti contro le larve svernanti di carpocapsa e di altri Lepidotteri, il prodotto va applicato preferibilmente in autunno (settembre/ottobre), possibilmente in giornate umide e piovose o con previsioni di eventi meteorici imminenti e nel rispetto del limite termico indicato (cioè temperature uguali o superiori a 8°C) al momento dell'intervento. In caso di assenza di piogge, si consiglia di intervenire in giornate nuvolose, ed eseguire un'irrigazione soprachioma o un trattamento con sola acqua prima e dopo il trattamento con Nemapom.

I nematodi entomopatogeni, per muoversi e mettersi attivamente alla ricerca dell'ospite, necessitano di una "pellicola" di acqua che ricopre la vegetazione. Perciò la condizione necessaria perché il trattamento abbia successo è che la vegetazione sia bagnata al momento del trattamento; occorre garantire condizioni di elevata umidità per almeno 3 ore dopo l'applicazione, per ottimizzare l'attività dei nematodi. 

Il trattamento può essere effettuato con le normali macchine irroratrici attenendosi ad alcune semplici regole:

- si consiglia di togliere i filtri con maglie troppo piccole (>50 mesh);
- si sconsigliano ugelli con aperture inferiori a 0,5 mm;
- effettuare il trattamento con pressione di esercizio della pompa inferiore a 20 bar (ottimale 5 bar).

La corretta preparazione della soluzione prevede di svuotare il contenuto di una confezione in 5-10 litri di acqua tiepida e di agitare fin che prodotto non si sia disperso completamente. Versare poi la sospensione, così ottenuta, nel serbatoio. 

Mantenere in agitazione la sospensione e utilizzarla entro 10 ore dalla preparazione. Usare l'intero contenuto di una confezione per un solo trattamento (non è possibile parzializzare la confezione). 

La dose di riferimento è di una confezione di Nemapom (1,5 miliardi di nematodi) ad ettaro. Il prodotto può essere conservato in frigorifero alla temperatura di 4-6 °C per 6 settimane prima dell'uso. Non congelare.

Per maggiori informazioni:
CBC (Europe) S.r.l. - Divisione Biogard
Via Zanica 25
24050 Grassobio (BG)
+39 035 335313
www.biogard.it


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto