Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il core business dell'azienda agricola Ortodì dei F.lli Lisi

Pomodori e cime di rapa pugliesi venduti nei supermercati di tutta Italia

Da oltre 40 anni, l'Azienda agricola Ortodì dei F.lli Lisi produce ortaggi in pieno campo e in coltura protetta, destinando le produzioni in svariate insegne della Gdo italiana, con prodotti sfusi e in vaschette di diverse grammature.

"Tra i nostri articoli di punta troviamo i pomodori, che coltiviamo e commercializziamo per tutto l'anno, oltre alle cime di rapa, che invece produciamo per circa 8 mesi, da ottobre a maggio. Le varietà messe a dimora per i due ortaggi sono molteplici, proprio per soddisfare gusti e palati dei consumatori e garantire continuità e quantità ai clienti". A parlare è Giuseppe Lisi, tra i titolari dell'azienda pugliese.

"Siamo partiti da qualche giorno con le prime forniture dei bancali di cime di rapa verso i supermercati di tutta Italia, con differenti lavorazioni e confezioni. Il prodotto è un broccoletto tipico pugliese, ricco di vitamine, sali minerali e con alto contenuto di ferro. Una verdura povera e poco conosciuta che però, negli anni, ha conquistato consensi da parte dei consumatori nazionali ed europei, tanto da farci superare le 10 tonnellate di rape vendute in ogni stagione. A questa coltivazione dedichiamo ogni anno circa 30 ettari, gestiti in modo scalare e ospitati su terreni non particolarmente stanchi, al fine di aumentare la qualità della merce".

Nell'azienda Ortodì dei F.lli Lisi si ottengono ottimi risultati agronomici, commerciali e ambientali anche per il pomodoro, la cui coltivazione avviene in fuori suolo su fibra di cocco, per una superficie totale di 4,5 ettari interamente coperti e riscaldati costantemente da enormi caldaie a biomassa. "Pomodoro ciliegino, datterino giallo, costoluto, camone e regina sono le principali varietà messe a dimora e che commercializziamo in 3 pezzature differenti – riprende Lisi. Gli impianti sono dotati di sistemi tecnologici di analisi continue e calcoli in base anche all'irraggiamento solare, che permettono così di ridurre al minimo l'utilizzo di concimi e il consumo di acqua".

"La raccolta e l'imballaggio dei nostri ortaggi avviene quotidianamente, in modo che la merce non rimanga stoccata in celle-frigo per giorni, in attesa di partire verso i supermercati. Da decenni la mission è quella di garantire al cliente la massima freschezza dei prodotti agricoli, come se a mangiarli fosse sempre qualcuno di famiglia".

Una nota negativa riguarda però i rincari generalizzati, problematica che ormai accomuna tutte le imprese italiane (e non solo). "Registriamo aumenti sui concimi (+400%), sul carburante agricolo (+100%), sugli imballaggi (+50%), sulle coperture (+300), sulle piantine e addirittura sulla retribuzione dei dipendenti, necessaria per far fronte alla mancanza di manodopera. Spese maggiorate che non ci consentono di programmare la realizzazione di nuove strutture serricole o altri investimenti generali. Fortunatamente, i rincari del gas non ci riguardano, in quanto le nostre strutture sono riscaldate con cippato proveniente dalle potature di boschi locali".

Per maggiori informazioni
Azienda agricola Ortodì dei F.lli Lisi
Contrada Fascianello, 48
72015 Fasano BR
+39 393 441 1404
info@ortodi.it
ortodi.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto