L'azienda moldava Vaipan

"Non è facile coltivare uva da tavola senza semi in Moldavia"

Non è usuale, ma si può fare: senza alcuna esperienza nella coltivazione o nel commercio, piantare uva da tavola su un lotto di dieci ettari ed entrare nel mercato.

Liubomir Vaipan, uno specialista IT che lavorava nel settore immobiliare, ha fatto esattamente questo nel 2008, quando è scoppiata la bolla immobiliare. Ora coltiva e vende uva da tavola, susine e ciliegie sul mercato estero e fornisce ad altri coltivatori fertilizzanti, soluzioni di imballaggio e la sua consulenza.


Liubomir mostra le sue susine Stanley

"Dopo due anni, mi sono reso conto che gestire un vigneto non era così facile e le colture avevano bisogno di molte più cure di quelle che avevo dato inizialmente. Come tutti gli altri, avevo piantato solo uva da tavola della varietà Moldova. È stato tutto un po' improvvisato e mi sono affidato alla fortuna. Dopo circa tre anni ho pensato di diversificare le varietà ma, alla fine, ho deciso che non volevo complicare troppo la coltivazione: ogni varietà necessita di una tecnica diversa. E comunque la varietà Moldova aveva registrato dei buoni risultati per 50 anni, sicuramente avrebbe continuato a farlo per altri 20", dice Liubomir a proposito dell'inizio della sua avventura nella coltivazione ortofrutticola.


Susini a perdita d'occhio

La coltivazione di uva da tavola senza semi è difficile in Moldavia
"Se considero il mercato attuale, soprattutto quello delle esportazioni, mi rendo conto che dobbiamo iniziare a concentrarci sull'uva da tavola senza semi, ma non è facile in Moldavia. La maggior parte delle varietà senza semi non resistono alle nostre temperature invernali di -25 °C e quelle che ce la fanno, non hanno un sapore molto buono o la qualità che vorremmo".


Uva da tavola sotto sistema di copertura in plastica a pergola

"Risultò difficile vendere quel primo raccolto. Questo mi spinse a esplorare il mercato d’esportazione. E non mi riferisco alla Russia dove, in totale, ho inviato solo otto carichi, tre nel 2018, quattro nel 2019, e uno l'anno scorso. La prima esportazione è stata in Spagna nel 2015. Incontrai il nostro Ministro dell'agricoltura a una fiera e la prima cosa che mi chiese fu come facevo a esportare uva da tavola al terzo esportatore di uva al mondo. Semplicemente, avevo un cliente in Spagna. Ovviamente le quantità non erano abbondanti: una spedizione ogni tre settimane da ottobre a dicembre. Le stesse di oggi", spiega Liubomir.


Bellissimi grappoli di uva da tavola Moldova

Fornitore di bins di legno
Ha acquisito esperienza nell’esportazione, fra tentativi ed errori. Ad esempio, Vaipan ha spedito i primi volumi di uva da tavola in semplici bins di legno. "Il cliente ha apprezzato la qualità e il sapore dell'uva, ma si è lamentato di un imballaggio anonimo. L'anno successivo avevo pronto il mio marchio e abbiamo avvolto i bins nella plastica marchiata con informazioni aggiuntive. È stato un passo avanti, ma a volte l'involucro si strappava o scivolava dalla cassa. Ho cercato un fornitore che potesse stampare il marchio sul legno e ora forniamo bins di legno personalizzati ad altri coltivatori moldavi".

Nel 2013, l'azienda ha realizzato un bacino idrico per garantire l'irrigazione dei 12 ettari di vigneto. "I coltivatori della zona sono rimasti sorpresi. Non si irriga l'uva, giusto? Io l'ho fatto, ma ho fertirrigato. Mi sono specializzato e ormai da diversi anni, insieme ai bins di legno, forniamo fertilizzanti ai colleghi coltivatori e diamo loro consigli sulla coltivazione", continua Liubomir.

Il successivo momento cruciale della giovane azienda è stata la piovosa stagione nel 2019. "L'esportazione era quasi impossibile a causa di problemi di qualità. Inoltre, ci sono voluti otto giorni in più per arrivare in Spagna. E, come si è scoperto, i nostri impianti di raffreddamento dell'uva da tavola non sono risultati all'altezza del compito. Siamo stati colpiti dalla botrite. Abbiamo adottato una politica di scrematura del mercato e un sistema di atmosfera modificata".


Produzione propria di energia da pannelli solari e turbine eoliche

Focus sulla qualità
"Per quanto riguarda la coltivazione, cinque anni fa abbiamo aggiunto 17 ettari di uva da tavola della varietà Moldova, ma li coltiviamo su sistemi a pergola. Questa scelta ha immediatamente migliorato produttività, qualità ed efficienza. Utilizziamo il 20% in meno di manodopera e c'è una differenza dal 5 al 10% di produttività per ettaro, a seconda della stagione", afferma Vaipan.

Nel 2019, Vaipan ha aggiunto un frutteto di susini e ciliegi, ma ha intenzione di fermarsi qui. "Ora l'obiettivo è migliorare la resa, l'efficienza dei costi e la qualità. Stiamo investendo in reti antipioggia, pannelli solari e linee di selezione e confezionamento. Stiamo anche cercando di estendere i tempi di raccolta per poter vendere immediatamente i frutti. Poter risparmiare sui costi di raffreddamento è un bel vantaggio".

Il bacino idrico è in fase di scavo

L’80% della produzione è prevista già in questa stagione. "Stiamo andando bene ma temo che, a causa dell'embargo russo, molti piccoli coltivatori avranno delle difficoltà, soprattutto se non dispongono di una buona infrastruttura post-raccolta o dei certificati necessari per esportare in altri mercati. Il settore frutticolo della Moldavia deve concentrarsi sulla qualità post-raccolta e sui livelli massimi di residui di agrofarmaci", conclude Liubomir.

Trenta chilometri a sud di Chisinau, la Vaipan SRL coltiva uve da tavola moldave su 26 ettari di sistemi a pergola, sei varietà di susine su 18 ettari di coltivazione superintensiva - tra cui Stanley, President e Empress - e 10 ettari di ciliegie. L'azienda ha una capacità di celle refrigerate di 1.200 tonnellate, linee di selezione e confezionamento. Grazie alla partecipazione a fiere come Fruit Logistica e Fruit Attraction, Vaipan ha diversi contatti all'estero, che consentono all’azienda di esportare in Paesi come Romania, Polonia, Croazia, Paesi Bassi, Spagna e Stati baltici. L'azienda è in procinto di implementare le procedure GlobalGAP e Grasp.

Per maggiori informazioni:
Liubomir Vaipan 
Vaipan SRL
17, Alexei Mateevici str.
7701 Cainari (Causeni) – Moldavia
Tel: +373 78 00 35 00
Tel: +373 69 08 08 22
vaipan.liubomir@vaipan.md 
www.vaipan.md


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto