Prezzi più alti del 10 per cento

L'import di frutta e verdura fresca della Germania ha mostrato un forte calo anche a luglio

A luglio le importazioni tedesche di frutta e verdura fresca hanno registrato un nuovo forte ritardo rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Nel luglio di quest'anno le importazioni si sono fermate a 681mila tonnellate rispetto alle 801mila del luglio 2021, registrando 120mila tonnellate in meno (-15%). Pertanto, il calo delle importazioni a luglio è stato un po' più marcato rispetto alla prima metà dell'anno.

Nei primi 7 mesi di quest'anno le importazioni tedesche di frutta e verdura fresca sono state inferiori del 12% a quelle dei primi 7 mesi del 2021. Rispetto allo stesso periodo del 2020 la differenza in negativo è ancora più marcata. Anche in termini di valore, le importazioni di luglio di quest'anno sono state inferiori a quelle del luglio dello scorso anno, con 7,65 miliardi di euro contro 7,80 miliardi di euro del 2021. Il prezzo medio delle importazioni nei primi sette mesi di quest'anno è stato superiore di oltre il 10% rispetto agli stessi mesi del 2021, come mostra un'analisi di Fruit & Vegetable Facts.

A luglio dai Paesi Bassi il 10% in meno, e nei primi 7 mesi si arriva anche al 20% in meno
Nei primi 7 mesi di quest'anno le importazioni di frutta e verdura fresca da tutti e 5 i principali fornitori sono diminuite rispetto all'anno precedente. La Spagna è di gran lunga il principale fornitore, ma ha fornito il 10% in meno, i Paesi Bassi addirittura il 20% in meno e l'Italia il 13% in meno. Le importazioni dalla Costa Rica hanno subito una riduzione di "solo" il 5%, mentre quelle dall'Ecuador hanno subito un forte calo, pari al 24%.

Tuttavia, ci sono stati anche Paesi che hanno consegnato più ortofrutta fresca alla Germania nei primi sette mesi di quest'anno. Tra questi il Marocco con il +16%, il Sudafrica con il +10%, il Perù con il +8% e il Portogallo con il +16%. Le importazioni tedesche dal Sudafrica e dal Perù sono per lo più riesportate attraverso i Paesi Bassi. I dati presentati in questa analisi hanno come fonte lo Statistisches Bundesambt (SBA). Questa fonte utilizza fondamentalmente il Paese di origine. A differenza di Eurostat, che utilizza il paese di provenienza ("ultimo porto").

Riduzione delle importazioni di quasi tutti i prodotti
Nei primi sette mesi dell'anno, le importazioni tedesche sono diminuite per tutti i prodotti principali. A luglio la situazione non è stata diversa da quella dei mesi precedenti. Le banane sono il principale prodotto d'importazione tedesco quando si tratta di frutta e verdura fresca. A luglio le importazioni sono diminuite del 12% e nei primi 7 mesi il calo è stato del 9%. Per i pomodori, la percentuale è stata del -12% a luglio e del -16% nel periodo gennaio-luglio. Per i cetrioli è stato
rispettivamente -28% e -14%, per le mele -12% e -13%, per i peperoni -15% e -7%. Le eccezioni rispetto all'andamento dei primi 7 mesi sono state: uva (+6%), meloni (+20%), avocado (+2%), cavolfiore/broccoli (+14%) e mirtilli (+3%).

Clicca qui per accedere ai dati completi (in olandese)

Per maggiori informazioni:
Jan Kees Boon
Fruit and Vegetable Facts
www.fruitandvegetablefacts.com 
fruitvegfacts@gmail.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto