Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Mercedes Auris, la "signora dell'uva" del Perù (Vivero los Viñedos):

"Supereremo le attuali crisi globali se riusciremo a reinventarci"

"Supereremo le attuali crisi globali se riusciremo a reinventarci, attraverso il cambiamento e l’innovazione. Proprio come abbiamo fatto in Perù con la piantagione su larga scala e l'esportazione dell’uva da tavola Red Globe, che ha reso famoso il nostro Paese. Abbiamo dovuto ancora cambiare, innovarci e passare a nuove varietà di uva da tavola proprietarie e reinventarci, perché oggi le nuove generazioni vogliono cose facili, pratiche e nuove", dice Mercedes Auris, conosciuta in Perù come "La Señora Uva" (La signora dell'uva), fondatrice e proprietaria dell'azienda vivaistica specializzata nella propagazione di piante da frutto, Vivero los Viñedos.

"Stiamo attraversando una fase piuttosto complicata a livello globale, e a prescindere da quanto durerà, siano due o tre anni, dobbiamo sopravvivere calcolando i costi, reinventandoci, cambiando e innovando, ottimizzando il processo e gli standard lavorativi, utilizzando prodotti efficienti e a costi più bassi. Tuttavia, credo che, nonostante questa incertezza, dobbiamo cercare nuove opportunità di crescita sul mercato. Reinventandoci e adattandoci al cambiamento, cercheremo nuovi mercati e nuove idee di business. Ma la cosa più importante per poter continuare a crescere è innanzitutto stare in buona salute", consiglia Auris.

La Señora Uva si è guadagnata questo nome grazie alla sua esperienza di 28 anni nel settore e al ruolo di primo piano che ha avuto nel favorire lo straordinario sviluppo dell'industria peruviana dell'uva da tavola.

"Nel 1994 ho inaugurato ufficialmente la Vivero Los Viñedos. Uno dei miei primi clienti era un gruppo di agricoltori di Arequipa che aveva scommesso su di me. Abbiamo piantato cinque ettari di uva a Arequipa. Ho iniziato a lavorare con diverse aziende del sud come Copacabana, Benol, Los Baraca de Agrícola Bamar, con Don Alfredo Cilloniz e Alberto Cilloniz, i fratelli Grimaldi. Mi hanno aperto le porte e hanno fatto in modo che persone come Jose Matta Curoto, Tallo Masias, José Luis Camino, tutti importanti riferimenti del settore agricolo peruviano, riponessero fiducia in me e nella mia attività".

Dopo poco più di un anno, quando si era conquistata la fiducia dei coltivatori peruviani di uva da tavola, Auris ha dovuto reinventarsi di nuovo. "Il mio secondo inizio è stato quando nel 1995 ho viaggiato in Cile per portare varietà viticole cilene come Thompson, Flame, Sugraone e la Red Globe, quella che era la regina tra tutte le varietà di uva da tavola, che generava ottimi profitti. Nel 1999, abbiamo importato la Freedom dalla California e, nel 2000, abbiamo iniziato a piantare uve da tavola su portainnesti come Paulsen, Freedom, Harmon, MGT 101 – 14 e Saltcreek".

"Anni dopo, eravamo di nuovo i pionieri nella produzione di uva da tavola nel nord del Perù, un'area che non aveva sperimento questo raccolto, generando migliaia di posti di lavoro e una nuova finestra commerciale nel Paese. Quattro anni fa, abbiamo creato la nostra azienda, con più di 50 ettari. Questo ci consente di seguirne lo sviluppo e l’adattabilità, e di produrre diverse nuove varietà”, dice la Señora Uva.

"C'è stato un momento in cui i fattori climatici sono stati un freno e ho finito per perdere tutta la mia produzione, ma questo non mi ha scoraggiato, anzi, sono riuscita a trovare una soluzione. La chiave è stata la resilienza, oltre a chiedere a Dio di darmi un segnale di speranza. Con il supporto del mio team sono riuscita ad andare avanti. Un'altra difficoltà è stata quando il tanto decantato network Red Globe non ha più voluto piantarla in Perù. Ho dovuto viaggiare negli Stati Uniti e in Cile per cercare nuove varietà e alternative da offrire ai miei clienti".

"Mentre continuavamo a perseguire questo sogno, ci siamo reinventati ancora una volta, passando ai diversi programmi genetici del mondo come Sun World, IFG, SNFL, Ana Chile, Pristine, ARRA e Itum. Abbiamo ottenuto queste ricercate licenze per tutti i brevetti di uva, che mi hanno consentito di distinguermi e hanno segnato una storica pietra miliare per la Vivero Los Viñedos", spiega Auris.

"Oggi le nuove generazioni vogliono prodotti semplici, pratici e nuovi. Vogliono consumare uva da tavola bianca in ogni momento dell'anno, per periodi brevi e lunghi, con più antiossidanti dei mirtilli. Vogliono sapori eccellenti, la vite deve essere altamente produttiva, invitante e nutriente. Inoltre, deve produrre facilmente i grappoli e allo stesso tempo, essere resistente a malattie come l’oidio, la muffa, la botrite, fra le altre", osserva Auris.

Si stima che il Perù raggiungerà un raccolto di 71,2 milioni di casse da 8 kg di uva da tavola nella stagione 2022/23. "Il nostro mercato chiave è la Cina e, se non fosse per i problemi delle compagnie di navigazione e il ritardo nel transito della frutta, sarebbe perfetto. Due altri mercati importanti sono gli USA e l'Europa. Anche il Messico è un buon mercato che nessuno sta ancora considerando, ma con un grande potenziale", afferma Auris.

"Desidero ringraziare i miei coltivatori, grandi e piccoli, dalla costa alle montagne e alla giungla peruviana, che anno dopo anno hanno riposto fiducia in noi. Grazie per il vostro impegno e comprensione nei momenti peggiori e il vostro plauso per i nostri grandi successi. Una cosa che ci differenzia è la nostra positività, che non è mai venuta meno, oltre ad avere un grande team che è rimasto sempre con me. Ringrazio il mio amato marito, Juan Munive Olivero, che è un professionista impeccabile e che è stato la mia forza nei momenti più difficili", afferma Auris che continua a essere all'altezza del nome La Señora Uva.

Per maggiori informazioni:
Mercedes Auris
Vivero los Viñedos
+51 959 391 771
marketing@vlv.pe 
www.vlv.pe


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto