Progetto "Anfiteatro": 32 ettari e 60mila piante di nettarine piatte da qui a maggio 2023

Con il progetto "Anfiteatro", l'appezzamento agricolo più grande d'Europa destinato alla coltivazione di nettarine piatte, si consolida la partnership tra l'azienda agricola Eleuteri e il breeder ispano-francese PSB Produccion Vegetal, titolare di tutte e nove le selezioni varietali di nettarine platicarpa che verranno piantate dall'azienda agricola marchigiana. Le operazioni di piantumazione, già iniziate, riguarderanno ben 60.000 piante, e termineranno a maggio 2023.

Samuele Crescenzi (sulla destra), variety selector, visita il 23 agosto a Sauzet con Edwige Remy (a sinistra) e il sig. Buffat (al centro), fondatore di PSB Producción Vegetal

"Dopo diversi anni di sperimentazione e osservazione in campo, abbiamo finalmente deciso di affrontare questa nuova grande sfida, una 'sfida colturale' molto ambiziosa che vede al nostro fianco da un lato PSB Produccion Vegetal per la genetica varietale, e dall'altro la Facoltà di Agraria dell'Università Politecnica delle Marche e l'IRTA di Lerida (Spagna) per il supporto tecnico scientifico".

Marco Eleuteri (al centro) con Davide Neri (Facoltà Agraria di Ancona) e Gemma Reig (Irta Lerida), che interverranno al convegno a Madrid a ottobre

"Anfiteatro" (dalla forma semicircolare dell'appezzamento collinare) è un appezzamento di 32 ettari che accoglierà 60.000 piante di 9 diverse varietà di nettarine piatte sia a pasta bianca che gialla. Ad oggi, è sicuramente uno degli impianti più all'avanguardia al mondo per la coltivazione di questa nuova tipologia frutta.

Marco Eleuteri spiega: "Negli anni scorsi, abbiamo già realizzato impianti pilota su una superficie di 6 ettari. Con questo nuovo impianto, grazie alla gamma varietale e alle tecniche di coltivazione, saremo sul mercato dalla fine di maggio a metà settembre, con una produzione dall'alto profilo gustativo, e molto omogenea per aspetto e gusto, condizione indispensabile per fidelizzare il consumo".

Marco Eleuteri con la varietà Luisella, che matura a inizio giugno 

"Siamo consapevoli che questo non è certo un punto di arrivo - continua l'imprenditore - ma al contrario è l'inizio di un lungo percorso, probabilmente impervio e pieno di insidie (siamo nella fase iniziale del processo evolutivo per questa nuova tipologia di frutta). Tuttavia, sulle nettarine piatte ci sono grandi aspettative di mercato poiché hanno tutte le carte in regola per rivitalizzare i consumi di pesche e nettarine, oggi piuttosto stagnanti per le varietà tradizionali sferiche".

Qui sopra e nelle foto seguenti: tre nuove varietà presenti in Anfiteatro. La 171-33 è a pasta gialla

Nella foto a destra: Marco Eleuteri con la varietà Canoppe, che matura il 10/15 agosto

"E' proprio per affrontare questa sfida al meglio, che da quest'anno abbiamo inserito in azienda un variety selector: Samuele Sopranzi, agronomo proveniente dalla Facoltà di Agraria di Ancona, che girerà il mondo per monitorare costantemente i progressi dell'innovazione varietale in ambito di pesche e nettarine platicarpa, nonché osservare i comportamenti delle nuove selezioni varietali, in combinazione con i diversi portainnesti, nei nostri ambienti produttivi marchigiani", spiega Marco Eleuteri.

Pesche a pasta bianca della varietà Filoe, maturazione ad agosto, che sostituiranno la varietà Strike

In questi ultimi anni, l'azienda ha rinnovato drasticamente anche la gamma varietale delle pesche piatte a polpa bianca, introducendo varietà di ultima generazione: perfettamente chiuse, con ottimo profilo organolettico, ridotta presenza di tricomi sulla buccia, totalmente o quasi colorate, e con migliore shelf life. Esse sostituiranno definitivamente nei prossimi 2/3 anni vecchie varietà come Ufo 4 e Strike, decisamente meno performanti.

Varietà Tintosa, con maturazione inizio luglio

Il 6 ottobre, a partire dalle ore 11, durante la manifestazione Fruit Attraction a Madrid, il progetto "Anfiteatro" e i risultati della collaborazione tra l'Azienda Agricola Eleuteri, PSB Produccion Vegetal, la Facoltà di Agraria di Ancona e l'IRTA di Lerida, saranno al centro di un convegno, diretto dallo spagnolo Paco Borras, dal titolo: "Pesche e nettarine piatte: sostenibilità e sapore per soddisfare il consumatore".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto