Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Nella prima metà del 2022, le esportazioni turche di ortofrutta fresca risultano nuovamente in aumento

Nella prima metà di quest'anno, le esportazioni turche di frutta e verdura hanno continuato ad aumentare. Nei primi sei mesi del 2022, la Turchia ha esportato 2,5 milioni di tonnellate, rispetto ai 2,3 milioni di tonnellate dello stesso periodo del 2021. Finora, i 5,1 milioni di tonnellate del 2022 superano abbondantemente i 4,5 milioni di tonnellate esportati nel 2020.

È interessante notare che le esportazioni di frutta e verdura fresca della Turchia verso la Russia, il suo principale acquirente, sono diminuite del 10%. Nel 2021, la Turchia ha registrato un altro record nelle esportazioni in Russia, con 1,5 milioni di frutta e verdura.

L'Iraq è il secondo maggiore cliente della Turchia. Nei primi sei mesi di quest'anno, secondo l'ufficio nazionale di statistica della Turchia, Turkstat, le esportazioni in Iraq sono state maggiori rispetto allo stesso periodo del 2021.

Eppure, sorprendentemente, nei primi sei mesi del 2022, la Turchia ha esportato in Ucraina, il suo terzo cliente più grande, quasi quanto lo stesso periodo dell'anno prima. Le esportazioni verso altri Paesi hanno subito delle variazioni: Siria +10%, Romania -14%, Germania -10%, Bulgaria -3%, Georgia +22% e Iran -66%.

Con 500mila tonnellate, le esportazioni turche di frutta e verdura verso i paesi dell'Ue-27 nel complesso sono rimaste esattamente allo stesso livello della prima metà dell'anno precedente, mentre il valore in dollari di questi prodotti è diminuito.

Tuttavia, il valore in dollari di tutte le merci esportate è stato più alto nei primi sei mesi del 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021. Germania, Stati Uniti e Regno Unito sono i tre principali acquirenti di merci turche. Cina e Russia sono i principali fornitori di merci per la Turchia. In particolare, le importazioni dalla Russia sono molto aumentate e hanno raggiunto un valore di 28 miliardi di dollari, eguagliando le importazioni di tutto il 2021.

Gli agrumi sono i più esportati
Fra le esportazioni turche di frutta e verdura fresca, i mandarini risultano il prodotto più esportato. Nella prima metà di quest'anno, le esportazioni di mandarini sono cresciute notevolmente. Questo vale anche per il secondo prodotto più esportato, i limoni. Tuttavia, questa crescita è stata compensata dal calo delle esportazioni di pomodori. Mele e cipolle sono nuovamente aumentate.

Ma, nella prima metà del 2022, la Turchia è riuscita a esportare molte delle sue arance soprattutto in Iraq. Ciò spiega in parte gli abbondanti volumi esportati in quel Paese. La Turchia ha esportato in Iraq anche altri prodotti, come limoni, mandarini, cipolle, melagrane e mele.

Calo del 10% verso la Russia, ma differenza per prodotto
Il calo delle esportazioni turche verso la Russia non ha riguardato i due prodotti di punta, mandarini e limoni. La Russia ne ha importati molti di più nella prima metà di quest'anno, rispetto allo stesso periodo del 2021. Tuttavia, in Russia sono state esportate molte meno pesche, arance e pomodori mentre le esportazioni turche di mele verso la Russia sono andate di nuovo bene.

Clicca qui per vedere i dati completi (in olandese).

Per maggiori informazioni:
Jan Kees Boon
Fruit and Vegetable Facts
Email: fruitvegfacts@gmail.com
Web: www.fruitandvegetablefacts.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto