Gli agricoltori ungheresi ricorrono agli invasi artificiali per affrontare l’intensificarsi della siccità e delle ondate di caldo

Realizzare invasi artificiali per la raccolta dell'acqua atta alla produzione ortofrutticola e ad altri prodotti agricoli essenziali, è diventata una priorità per gli agricoltori, sia in Ungheria che nel resto d'Europa. La richiesta di invasi è in aumento, poiché i produttori di tutta Europa devono affrontare le sempre più frequenti ondate di caldo e i periodi di siccità, durante estati calde e secche. Anche le forti piogge, soprattutto in primavera, causano spesso delle inondazioni improvvise.

"L'Ungheria sta affrontando gli stessi problemi che hanno le aziende di tutto il mondo: condizioni meteo imprevedibili ed estreme sono sempre più frequenti. Questo significa che gli agricoltori non possono fare affidamento su decenni di conoscenza ed esperienza. Le nostre credenze e i nostri detti sul meteo non sono più attendibili come lo erano vent’anni fa. Inoltre, gli agricoltori devono affrontare periodi di siccità molto lunghi e, in altri periodi, piogge estreme. Questo costringe gli agricoltori a considerare l’acqua come i nostri antenati consideravano gli animali da cacciare: gli agricoltori hanno bisogno di ‘catturare’ quanta più acqua possibile, quando disponibile, e usarla con oculatezza nei momenti di bisogno", afferma Gergely Toro, amministratore delegato della Creatiger Kft. in Ungheria.

Toro ha risposto a queste tendenze espandendo la sua azienda, che produce rivestimenti per invasi artificiali, per soddisfare l'aumento della richiesta di invasi in tutto il Paese, ma anche nel resto d'Europa. Insieme a suo fratello Attila, ha iniziato a fabbricare e fornire rivestimenti impermeabili per invasi, che consentono ai produttori un’installazione molto più veloce e a costi inferiori.

I terreni agricoli colpiti dalla siccità superano i 550mila ettari
Altrettanto preoccupato per la gestione dell'acqua e l'adattamento climatico per il settore agricolo ungherese è Zsolt Feldman, segretario di Stato per l'agricoltura e lo sviluppo rurale del Ministero dell'agricoltura. In un recente incontro con le compagnie assicurative in Ungheria, Feldman ha affermato che, a metà luglio, l'area dei terreni agricoli colpiti dalla siccità superava i 550mila ettari.

Nel corso di un’importante conferenza agricola, István Jakab, presidente dell'Associazione degli agricoltori e delle cooperative di agricoltori ungheresi, ha dichiarato di recente che gli agricoltori devono applicare delle strategie di adattamento: "I pilastri di queste strategie riguardano, tra gli altri, lo stoccaggio dell’acqua, la fertilità del suolo, l'utilizzo varietale e la protezione dall'erosione per proteggere nel tempo terra, acqua e aria. Diversamente, le perdite a breve termine saranno pesanti".

In qualità di produttore di nuovi efficienti rivestimenti per invasi, Toro afferma che Creatiger ha ricevuto un numero sempre maggiore di richieste. “Negli anni abbiamo costruito centinaia di invasi artificiali di diverse dimensioni e per scopi diversi, e vediamo un crescente interesse per le nuove costruzioni. Tendiamo ad avere 5-10 progetti in cantiere, su base mensile. Più cresce negli agricoltori la pressione a salvaguardare i loro introiti, più cresce l'interesse per la costruzione di enormi invasi artificiali, attualmente all’incirca del 10-20% su base annua. La costruzione di invasi artificiali sta diventando particolarmente importante per i coltivatori di frutta e verdura in quanto, con questo investimento, possono risolvere due problemi contemporaneamente: oltre che raccogliere e conservare l'acqua per l'irrigazione, quest'acqua può essere molto utile per prevenire i danni da gelo. Usando gli irrigatori, gli agricoltori possono prevenire danni da gelo utilizzando l'energia che l'acqua rilascia quando si congela, in modo che la temperatura non scenda al di sotto del punto di congelamento".

"Nella nostra struttura produciamo il rivestimento impermeabile richiesto per dimensioni personalizzate, fino a 4.000-5.000 metri quadrati di pannelli grandi, in un unico pezzo. Ciò consente ai produttori locali di installare i pannelli da soli, risparmiando tempo e denaro, grazie ai rivestimenti prefabbricati. Se invece è necessario un supporto tecnico per invasi ancora più grandi, Creatiger lavorerà con voi per un'installazione rapida ed efficiente. I produttori sono costretti a costruire più invasi artificiali e, in inverno, risparmiare il più possibile l'acqua, così come durante i periodi di inondazioni improvvise. A differenza del passato, non c'è più acqua in abbondanza. Abbiamo visto diversi produttori di frutti come mele, pere, ciliegie e uva da tavola in tutta l'Ungheria, utilizzare il nostro rivestimento impermeabile e installare invasi artificiali a tempo di record. La domanda cresce ogni giorno e gli ordinativi aumentano", spiega Toro.

L'obiettivo è espandersi in tutta Europa e oltre
Toro afferma che l'obiettivo della Creatiger è quello di espandersi nel resto d'Europa e rendere disponibile il rivestimento impermeabile conveniente ma durevole, a un numero sempre maggiore di agricoltori in tutta Europa. "In questo modo vogliamo contribuire al risparmio idrico e rispondere al crescente bisogno di colture più salutari. Poiché riscontriamo una grande richiesta per la costruzione di invasi, ci stiamo relazionando con appaltatori e installatori in tutto il mondo, anche al di fuori dell'Europa, che cercano di velocizzare il proprio lavoro, ridurre i costi e realizzare più progetti. Forniamo assistenza, supporto tecnico e parti prefabbricate (rivestimenti per tubi, angoli) per coloro che non conoscono le guaine in HDPE. Pertanto, abbiamo costruito un’area di formazione presso la nostra struttura, che utilizziamo per insegnare le tecniche e fornire ai nostri clienti un’esperienza pratica", conclude Toro.

Per maggiori informazioni:
Gergely Toro
Creatiger
Tel.: +36 70 528 5130
Email: gergely@creatiger.hu 
Web: www.creatiger.hu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto