Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

James Simpson - Adrian Scripps

Al via la stagione delle mele nel Regno Unito, il caldo sta accelerando la maturazione dei frutti

La stagione delle mele britanniche è iniziata in anticipo di 7-10 giorni, rispetto allo scorso anno, per la maggior parte delle varietà. Mentre alcune Bramley precoci sono state già raccolte per i mercati all'ingrosso, altre varietà precoci dovrebbero iniziare la prossima settimana. Questo non è insolito, dato che la scorsa stagione era in ritardo. Detto ciò, i coltivatori stanno registrando un'accelerazione nella maturazione dei frutti, a causa del clima caldo.

"È chiaro che ci sono delle conseguenze derivanti dalla siccità e dal caldo. La precocità della stagione dipende principalmente dal momento della fioritura in primavera, e non dal caldo prolungato di ora, sebbene questo sia un fattore che accelera la maturazione dei frutti, che comunque varia a seconda della varietà e del frutteto", spiega James Simpson, manging director presso la Adrian Scripps.

"Il colore sembra si stia sviluppando bene, meglio della scorsa stagione. Ciò è dovuto in parte ai livelli di luce più elevati, ma anche alla differenza di temperatura notturna e diurna, che con le temperature diurne molto elevate ha significato una buona escursione termica tra il giorno e la notte, anche se le notti sono state calde. Il calibro dei frutti in alcuni casi sembra essere stato limitato dalla mancanza d'acqua, dove l'irrigazione non era disponibile, o dal tipo di terreno che non trattiene molto bene le falde acquifere. Le scottature su alcune varietà abbasseranno la qualità dei frutti. In alcune località, altre varietà come la Bramley, hanno avuto un lungo periodo di fioritura, quindi hanno un'ampia varietà di calibri, che influenzerà l’attività di calibratura. Laddove i calibri non si sono sviluppati, i coltivatori alleggeriranno la pianta dei frutti più piccoli, riducendone la resa".

La Cox, anche se in calo, sarà la varietà con il primo volume significativo raccolto, seguito dalla Gala. Ci sono varietà come la Windsor che verranno raccolte nelle ultime due settimane di agosto, a seconda del sito di coltivazione. Varietà come la Discovery sono in rapido declino e hanno perso importanza. Quest'anno l’azienda Adrian Scripps avrà i primi volumi di Gala precoce, che verranno raccolti nei prossimi 10 giorni, 3 o 4 settimane prima di altri cloni della Gala.

Sfide meteo
La Adrian Scripps utilizza l'irrigazione a goccia in quasi tutti i suoi frutteti, fondamentale per l’impianto di giovani frutteti, in periodi di siccità come quello attuale.

"Il contrasto tra le stagioni è notevole. L'anno scorso, in questo periodo, non potevamo raccogliere il ribes nero perché i campi erano sott'acqua. Quest'anno il ribes si è ‘cotto’ sul cespuglio e, in alcune piantagioni, abbiamo perso più della metà del raccolto. Anche la migliore irrigazione e disponibilità di acqua non è come avere una pioggia frequente, ma è sicuramente un vantaggio".

Profitti dei rivenditori
"Alcuni retailer hanno compreso molto bene l'inflazione che i produttori e i fornitori hanno dovuto affrontare e, sebbene forse non ne abbiano accettato l'intera portata, hanno aumentato i prezzi per corrispondere una quota accettabile dell'inflazione che tutti noi dobbiamo affrontare. Apprezziamo che altri rivenditori trovino il mercato più competitivo e, come i coltivatori, sentano la responsabilità nei confronti dei consumatori di mantenere l'accessibilità economica, ma gli aumenti dei prezzi al dettaglio sugli scaffali dei supermercati devono essere trasferiti al coltivatore".

Investire nel futuro
La Adrian Scripps ha investito negli anni in stazioni meteorologiche all'avanguardia, reti per l'irrigazione e anti-grandine (che hanno un effetto ombreggiante). Tutti questi investimenti contribuiscono a ridurre le conseguenze della siccità e delle alte temperature nei frutteti.

"Per affrontare un aumento dei costi senza precedenti, in particolare quello della manodopera che solo quest’anno ha superato il 15% solo, abbiamo continuato a investire nell'automazione e nella robotica. È significativo che ora gestiamo un totale di 22 piattaforme di raccolta, aumentando le nostre tariffe di raccolta e riducendo il nostro fabbisogno di manodopera. Inoltre, continuiamo a investire in pannelli solari sui tetti delle nostre strutture per ridurre il consumo di elettricità dalla rete. Entrambi sono investimenti finanziari importanti".

Per maggiori informazioni:
James Simpson
Adrian Scripps Ltd
+44 1892 832406
james@adrianscripps.co.uk 
www.adrianscripps.co.uk


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto