Eurocastanea 2022 e il congresso nazionale della castagna fanno tappa in Campania

Quest'anno, la Campania sarà protagonista di due eventi cruciali per la castanicoltura europea e nazionale. La Campania ospiterà infatti prima il meeting europeo Eurocastanea dal 12 al 14 settembre, mentre successivamente, il 15 e 16 settembre, sempre in Campania si terrà anche il Congresso nazionale della castagna. 

Eurocastanea quest'anno giunge alla dodicesima edizione e si terrà a Montella (Avellino). L'evento è stato organizzato dal Distretto Castanicolo Campano, diretto da Roberto Mazzei, membro dell'Associazione Europea. Il congresso nazionale, invece, è organizzato dalla SOI e dal Dipartimento di agraria di Portici dell'Università di Napoli Federico II.

"Siamo orgogliosi di ospitare in Campania Eurocastanea, in una logica europea di far crescere un comparto spesso difficile da rappresentare. Noi daremo modo agli stakeholder europei di conoscere meglio la realtà castanicola italiana. I nostri impianti di castagne infatti si discostano di gran lunga dai sistemi di coltivazione intensiva moderni delle altre parti d'Europa. Ci siamo prefissati l'obiettivo di preservare e razionalizzare i vecchi castagneti, e stimolare, ove possibile, una castanicoltura moderna. La Campania rappresenta il distretto castanicolo più importante d'Europa: basti pensare che rappresenta il 50% della produzione nazionale, e che l'Italia è tra i primi produttori d'Europa. Altra cosa di cui va fiero il Distretto castanicolo campano è che è l'unico a racchiudere 3 marchi IGP, rispettivamente per le castagne di Montella Igp, il marrone di Serino Igp e per il marrone di Roccadaspide Igp. Siamo in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del riconoscimento dell'Indicazione Geografica Protetta anche per la castagna di Roccamonfina. Inoltre abbiamo perimetrato altri areali castanicoli campani, e infatti stiamo portando avanti il progetto della costituzione del marchio Igp per le castagne del Partenio". A dirlo è Roberto Mazzei (in foto).

In questi giorni, è in fase di definizione il programma di Eurocastanea, ma di certo sarà un evento caratterizzato da meeting, visite e dimostrazioni in campo, momenti conviviali.

Eurocastanea è sostenuto dall'Assessorato all'Agricoltura della Regione Campania e coinvolgerà imprenditori, rappresentanti istituzionali, Università italiane ed estere, Ministero dell'Agricoltura, FAO, DG AGRI, Future Food Institute, Coldiretti e altri rappresentanti della castanicoltura nazionale e internazionale.

"La castanicoltura - continua Mazzei - è l'emblema del concetto di resilienza, in quanto non permette lo spopolamento delle zone di montagna. Oggi esistono ancora molte comunità montane che grazie alla castagna tengono vivi questi luoghi. La castagna è sinonimo di biodiversità e sostenibilità, tutela il suolo e dei versanti. La castagna, un tempo, era il cibo dei poveri, ma dal 2010 è diventata il prodotto dei ricchi, viste le quotazioni che ssi registrano in commercio!".

Roberto Mazzei conclude dicendo: "Quindi per assicurare un futuro a questo comparto è necessario puntare su logiche di valorizzazione del marchio, migliorare i rapporti di filiera, razionalizzare gli impianti e rimodernare le tecniche colturali, guardando per esempio al biologico o a modelli sostenibili. Solo così sarà possibile mantenere una significativa fetta di mercato".

Per maggiori informazioni:
info@eurocastaneaitalia2022.com
www.eurocastaneaitalia2022.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto