Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dominique Viel, Ferme des Arches:

"Il contesto attuale sta sconvolgendo le abitudini di consumo delle cipolle"

L'Organizzazione di produttori francese Ferme des Arches ha appena iniziato a raccogliere i cipollotti con due o tre settimane di anticipo rispetto allo scorso anno.

"Abbiamo avuto una primavera molto lunga e secca che ha richiesto un monitoraggio costante, in termini di irrigazione. Dovevamo essere lì sui campi durante la raccolta. Pertanto, abbiamo iniziato a raccogliere intorno al 31 maggio, mentre nella scorsa stagione avevamo cominciato a metà giugno. Finora, nonostante una piccola parziale perdita del raccolto, dovuta alla grandine, l'inizio della campagna sta andando abbastanza bene. Le condizioni climatiche di questa primavera hanno favorito un interessante precocità", riferisce Dominique Viel, direttore vendite e marketing dell'azienda.


Dominique Viel alla Natexpo 2021 / © FreshPlaza

Buona qualità
Per quanto riguarda la qualità, finora sembra essere molto buona. "Per quelle a giorno corto e bulbose, così come per le varietà precoci, le cipolle gialle e rosse hanno un bell’aspetto e un buon calibro. Nel complesso, siamo soddisfatti dell'inizio della campagna del nuovo raccolto. Inoltre, riteniamo che le agenzie centrali di committenza stiano aspettando questo nuovo raccolto francese. Stiamo ancora informando i distributori sul fatto che questa è una cipolla precoce e che ci siamo presi il nostro tempo per asciugarla perfettamente. Adattiamo quindi la nostra comunicazione al momento dell'ordine, per preparare i nostri clienti su come esporre questi prodotti in negozio, per essere in linea con il ritmo di consumo e il periodo".

Ritmo di consumo atipico
Mentre a maggio la domanda di cipolle è stata abbastanza bassa, negli ultimi dieci giorni il consumo è in aumento. "La richiesta è dinamica all'inizio di giugno, cosa che non è sempre stata così negli ultimi anni. In generale, troviamo che oggi il ritmo di consumo è un po' irregolare e instabile, rispetto a come eravamo abituati a vedere negli anni precedenti. Queste variazioni sono legate alla crisi sanitaria? Ai conflitti geopolitici? Alla situazione economica che influenza il potere d'acquisto? Alcuni indicatori suggeriscono cambiamenti nei modelli di consumo e tipologie di spesa".

"Resta da vedere se i consumi torneranno a quelli soliti, o se queste disagi continueranno nel tempo. Quel che è certo è che, oggi, la percezione di un minor potere d'acquisto è importante perché colpisce la gamma di condimenti ma anche tutto il settore ortofrutticolo, un dato forse un po' troppo enfatizzato da una sensibilizzazione mediatica a volte troppo concentrata sull'aumento dei prezzi della frutta e verdura".

Inflazione e Legge AGEC: doppia penalizzazione
Un calo del potere d'acquisto si contrappone a un aumento dei costi di produzione, un problema acuito dall'attuazione della Legge AGEC: "Stiamo soffrendo per l'aumento dei costi per trasporti, gas ed elettricità che, per l'essiccazione dei nostri prodotti, sono molto alti. I costi associati all'aumento del prezzo degli imballaggi è molto più alto e la Legge AGEC si va ad aggiungere all’inflazione economica. Siamo molto preoccupati perché l'85% dei nostri prodotti è preconfezionato, e una buona parte è inferiore a 1,5 kg, mentre non c'è mai stato così tanto consumo di prodotti preconfezionati durante il periodo della pandemia".

"Siamo quindi doppiamente penalizzati in questa situazione di inflazione e sovracosto. La salute finanziaria di molte aziende del settore ortofrutticolo ne risentirà fortemente. Per questo chiediamo ai nostri distributori di supportarci concretamente. Qualcosa, purtroppo, che è ancora lontana dall'essere pienamente raggiunta nel nostro settore. Senza questo sostegno, la produzione orticola, condimenti compresi, dipenderà dai mercati mondiali, come avviene oggi per il settore industriale".

Oltre alle cipolle, Ferme des Arches fornisce attualmente aglio e scalogno, biologici e convenzionali. Dopo le cipolle a giorno corto, l'azienda proseguirà con quelle bulbose, che saranno commercializzate fino alla fine di agosto/prima dell'arrivo delle cipolle rosso-gialle da stoccare.

Per maggiori informazioni:
Dominique Viel
Ferme des Arches
+33 02 37 32 10 10
fermedesarches.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto