Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Tra il 30 e il 40% di ciliegie in meno e prezzi buoni nella Valle dell'Ebro, Tarragona

"Abbiamo cominciato la raccolta delle ciliegie con 15 giorni di ritardo e termineremo quasi una settimana prima"

La campagna delle ciliegie sta terminando in anticipo nelle zone di produzione della Valle dell'Ebro, nella provincia spagnola di Tarragona, a causa delle alte temperature registrate questa primavera, soprattutto negli ultimi giorni.

"Abbiamo iniziato la raccolta con circa 15 giorni di ritardo rispetto al solito a causa delle basse temperature registrate tra la fine di marzo e l'inizio di aprile, periodo in cui si sono verificate anche delle gelate. Il bel tempo successivo e le ondate di calore degli ultimi giorni faranno terminare la campagna quasi una settimana prima, quindi la campagna di quest'anno sarà insolitamente breve - afferma David Manero, socio di Cerima Cherries - Termineremo tra circa una settimana".

Oltre ad essere più corta di circa 3 settimane, questa campagna è stata caratterizzata anche da bassi volumi e da una carenza di grandi dimensioni.

"Le gelate di inizio aprile hanno ridotto la nostra produzione nelle zone più basse e il caldo ha accelerato la maturazione dei frutti sugli alberi, soprattutto nelle ultime settimane, causando in generale calibri piccoli, sia nelle nostre zone di produzione che nel resto del Paese. Il nostro raccolto di ciliegie sarà tra il 30 e il 40% più piccolo del solito. Quest'anno è stato difficile ottenere un raccolto ottimale. Almeno abbiamo potuto beneficiare di buone piogge", afferma il coltivatore ed esportatore.

Secondo David Manero, i prezzi sono migliorati rispetto all'anno scorso, anche se solo di poco per compensare la mancanza di chili e l'aumento dei costi dovuto all'inflazione.

"La domanda è stata buona fin dall'inizio, quindi i prezzi sono aumentati vista la minore offerta. L'aumento dei prezzi di vendita è pienamente giustificato, se si considera che i costi di produzione, raccolta, movimentazione e confezionamento sono aumentati di oltre il 30%. Pertanto questi prezzi non hanno permesso di ottenere margini di profitto redditizi".

Come di consueto, a partire dalla seconda settimana di giugno inizia a esserci una maggiore offerta di ciliegie in altre zone di produzione nel resto della Spagna e nei paesi esportatori dell'area mediterranea. "Finora non abbiamo notato una concorrenza significativa, ad eccezione della scorsa settimana, quando la produzione turca ha iniziato a guadagnare una presenza significativa in mercati come la Germania", conclude David Manero.

Per maggiori informazioni:
David Manero
Cerima Cherries
Tel: +34 977 418 346 
Cell: +34 696 869 388
Email: cerima@cerimacherries.com 
Web: www.cerimacherries.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto