Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

A Murcia la coltivazione del peperone è in ripresa dopo un calo di produzione del 30 per cento

Il raccolto di peperoni coltivati in pieno campo è in via di ripresa nella regione di Murcia, dopo una prima parte della stagione segnata dal maltempo di inizio primavera.

"Le abbondanti piogge e il tempo nuvoloso a marzo e aprile hanno disturbato l'allegagione dei frutti, riducendo il raccolto di peperoni di circa il 30% fino ad ora. Ma nella settimana 23 si sono raggiunti di nuovo i volumi abituali", afferma Ángel Izquierdo, direttore dell'asta Soltir di Murcia.

Ad Almería la stagione dei peperoni si è conclusa più tardi del solito e, sebbene si sia verificata una sovrapposizione con l'inizio della raccolta a Murcia, non c'è stato un eccesso di offerta sul mercato. "Per tutto il mese di aprile il raccolto di peperoni ad Almería è rimasto allo stesso livello, ma alla fine è stata una cosa positiva per via della scarsa disponibilità della nostra offerta. Finora è stata una stagione segnata da molti alti e bassi. In alcuni periodi il peperone verde ha avuto un prezzo più alto di quello rosso, a causa della sua scarsa reperibilità ad Almería. Nemmeno i peperoni olandesi sono stati competitivi sui nostri mercati, a causa dei prezzi elevati. Nella settimana 24 l'offerta olandese è diminuita, ma sicuramente aumenterà di nuovo nelle prossime due settimane", spiega Ángel Izquierdo.

A causa dei volumi limitati, fino ad ora i prezzi sono stati in media di 2,5 euro/kg alle aste, con picchi di oltre 4 euro in momenti in cui il prodotto non era quasi disponibile.

"Anche se questi prezzi sembrano molto alti, quest'anno la mancanza di produzione e l'aumento dei costi di coltivazione e confezionamento stanno continuando a erodere i margini di profitto dei coltivatori e dei centri di imballaggio. Le catene di supermercati non sembrano disposte ad adeguare i prezzi alle circostanze", afferma Izquierdo.

A Murcia la stagione dei peperoni dovrebbe terminare ad agosto. Si tratta di un anticipo rispetto al solito e ha a che fare con il recente divieto di utilizzare l'1,3-dicloropropene per la disinfezione del suolo nella coltivazione di colture come peperoni e fragole. "A causa del divieto di utilizzo di questo disinfettante dovremo ricorrere alla tecnica della biosolarizzazione del suolo, consentita fino ad agosto. Quindi dovremo accorciare la nostra campagna peperoni".

Per maggiori informazioni:
Ángel García Izquierdo
Soltir
+34 968 334 800
Autovía San Javier-Murcia, Km22.
30592 San Cayetano (Murcia) - Spagna
angel@soltir.com
www.soltir.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto