Laurens Maartens (StoneX): "Si potrebbe risparmiare pagando in valuta locale"

In Vietnam, quasi tutti i pagamenti vengono ancora effettuati in Euro e Dollari

A seguito dell'accordo di libero scambio tra l'Unione europea e il Vietnam, a partire dal 1° agosto 2020, il 94% dei prodotti ortofrutticoli vietnamiti importati in Ue, è esente da dazi. Una spinta per il Paese che, secondo gli esperti del mercato, ha le potenzialità per diventare uno dei più importanti esportatori di frutta nel mondo. Con una popolazione di 99 milioni di abitanti, il Vietnam è l'economia in più rapida crescita all’interno dell'ASEAN (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico).

Il Vietnam sta lavorando molto bene nel campo dell'ortofrutta, con una superficie di oltre 1 milione di ettari di alberi da frutto. I coltivatori vietnamiti applicano sempre più gli standard GlobalGAP in materia di sicurezza e igiene alimentare. Pitaya, mango, pomelo, longan, rambutan, mangostano, jackfruit, cainetta (o melastella), litchi, frutto della passione, noci di cocco, ananas, limoni e patate dolci sono tra i maggiori prodotti d’esportazione. Anche l'orticoltura, inclusa quella ornamentale, è un settore promettente per l'economia vietnamita e rimarrà un mercato potenziale molto ampio nei prossimi anni, dal momento che si prevede che i settori dell'orticoltura e di quella ornamentale si svilupperanno nell’ambito di un settore più maturo e tecnico.

Tuttavia, secondo Laurens Maartens della StoneX, specializzata nei cosiddetti "pagamenti transfrontalieri" in valute meno comuni, gli importatori o gli operatori con sede di produzione in Vietnam possono risparmiare molto di più effettuando il pagamento in valuta locale.

"Quasi tutti i pagamenti in Vietnam sono stati finora effettuati in Euro e Dollari perché la maggior parte degli operatori olandesi non può pagare in valuta locale. Pertanto, la banca locale converte la valuta in Dong vietnamiti. Di conseguenza, le aziende spesso non sanno quale tasso di cambio viene addebitato dalla banca. Sono pertanto alla mercé della banca locale. Il tasso di cambio varia, mentre se usi la tua carta di debito per prelevare denaro in Norvegia, paghi subito degli euro di commissione sulla transazione, indipendentemente dall’addebito della banca vietnamita".

StoneX - membro della Dutch Business Association Vietnam - gestisce per un gruppo ampio e diversificato di clienti molti pagamenti in valuta locale verso il Vietnam. "Questo va dall'importazione di merci all'adempimento degli obblighi fiscali o al pagamento degli stipendi delle società olandesi con un impianto di produzione in Vietnam", afferma Laurens. "Possiamo farlo grazie alla nostra rete bancaria. Il nostro metodo di lavoro è assolutamente trasparente: addebitiamo al cliente un tasso di cambio, in modo che sappia in anticipo quanti euro o dollari dovrà pagare, senza aggiungere tasse, commissioni o altri costi alle transazioni".

Laurens sottolinea che può aiutare i clienti a convertire Euro e Dollari in Dong, ma non viceversa. "Questo deve essere fatto dalla banca locale".

Laurens invita importatori, esportatori e aziende con un impianto di produzione nel Paese a metterli alla prova. "Recentemente, un nostro cliente lo ha fatto gestendo una metà dei suoi risparmi come di consueto, e lasciando a noi la gestione dell’altra metà. Ciò ha comportato un risparmio sostanziale dal 4 al 6%. Ancora più importante, il cliente riprende il controllo sui suoi pagamenti. Il nostro metodo di lavoro è trasparente, il margine di errore molto più basso, ed è anche più economico. Quello che conta è il profitto".

Per maggiori informazioni:
Laurens Maartens 
StoneX Financial GmbH
World Trade Center, Tower H
1077 XV Amsterdam - Paesi Bassi
+31 (0)6 15 47 88 59
laurens.maartens@stonex.com  
Site


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto