Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Antonio Ruiz, direttore commerciale di Murgiverde:

"Finora la stagione dei cetrioli è stata buona"

Da più di due decenni non si registrava una buona stagione spagnola dei cetrioli come quella attuale, soprattutto per quanto riguarda i prezzi del prodotto convenzionale. I fattori principali sono stati la semina ridotta, le basse temperature e la scarsa concorrenza dei Paesi Bassi.

"Finora la stagione dei cetrioli è stata storicamente buona. Non ricordiamo prezzi così alti e stabili dalla fine degli anni '90", afferma Antonio Ruiz, direttore commerciale della cooperativa di secondo grado Almeria Murgiverde, che produce circa 60.000 tonnellate di cetrioli all'anno, il 70% dei quali è coltivato biologicamente per tutto l'anno, in diverse aree di produzione di Almeria e con diversi microclimi.

"Quest'anno, la semina dei cetrioli è stata inferiore ad Almeria. La scorsa stagione, dopo un autunno caldo, a gennaio è arrivato improvvisamente il freddo, sotto forma di una tempesta che ha avuto un impatto immediato sulla produzione. In questa stagione, il freddo non è stato così intenso ma, da novembre, abbiamo temperature minime comprese tra 8 e 10 °C. Ciò ha rallentato la produzione e ha comportato una crescita e una percentuale di taglio notevolmente più lente del solito. Di conseguenza, da novembre i volumi sono inferiori e le quotazioni medie estremamente soddisfacenti, anche se bisogna considerare che sono aumentati anche i costi di produzione", afferma Antonio Ruiz.

Nel frattempo, quest'anno il Belgio ha avuto una minore produzione sotto luce artificiale. Nei Paesi Bassi, l’area di coltivazione è stata quasi uguale a quella della precedente stagione invernale, anche se la produzione è stata inferiore, a causa di un uso più limitato di energia elettrica. Non si sa ancora cosa accadrà nella prossima stagione invernale per la coltivazione illuminata ma, per il momento, i prezzi dell'energia rimangono molto elevati - e dall'inizio della guerra in Ucraina continuano a salire - rendendo difficile, se non impossibile, ottenere un raccolto redditizio.

"In questo momento, la produzione olandese, la cui semina è stata ritardata a causa degli elevati costi energetici, sta arrivando sui mercati, quindi i prezzi stanno iniziando gradualmente a scendere ", afferma Antonio.

Per questa primavera sono previsti anche volumi di cetrioli spagnoli più abbondanti del solito, perché è stata sradicata una notevole quantità di colture di meloni, in particolare Galia e Cantalupo, oltre alle angurie.

La stagione dei peperoni quadrati spagnoli è stata generalmente buona e questa primavera potrebbe dare dei risultati molto positivi. In alcune zone di Almeria, si stanno già raccogliendo quelli verdi e, tra circa due settimane, seguiranno quelli rossi, con la previsione di una produzione stabile per tutto il mese di marzo. Le vendite di peperoni quadrati potrebbero continuare più a lungo, poiché i Paesi Bassi hanno piantato meno e lo hanno fatto anche più tardi del solito, come anche in diversi altri Paesi dell'Europa centrale e orientale.

In Murcia, la superficie dedicata alla coltivazione del peperone è rimasta stabile, nonostante si preveda un ritardo nella raccolta. Murgiverde produce e commercializza circa 45.000 tonnellate di peperoni convenzionali e biologici.

Per maggiori informazioni: www.murgiverde.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto