Focus sul Tarocco Ippolito: ecco perché è tanto ricercato

Dopo aver affrontato produzione e mercati degli agrumi "chem free" (vedi articolo correlato), abbiamo voluto porre sotto i riflettori una varietà sempre più ricercata di arancia rossa siciliana: il Tarocco Ippolito. Anche qui, i nostri interlocutori sono stati Salvo Laudani e Sara Grasso di Oranfrizer.

Qual è il vostro prodotto di punta e perché?
"Il prodotto di punta per Oranfrizer è da sempre la varietà di arancia rossa Tarocco, ben pigmentata e altamente preferita per il suo gusto equilibrato, con un buon contrasto tra l'aspro e il dolce - ha chiarito Salvo Laudani, marketing manager (qui in foto) - Sono state messe a dimora numerose cultivar che si raccolgono una dopo l'altra. Gli investimenti per allungarne la stagionalità sono stati imponenti: oggi ne raccogliamo i frutti. Possiamo contare per sei mesi sulla progressiva raccolta di eccellenti cultivar precoci, di medio periodo e tardive: dalla Nocellare all'Ippolito, dalla Sciara alla Sant'Alfio. Arriveranno a tavola fino a maggio, accomunate dal loro colore rosso brillante e da qualità nutrizionali importanti, vantando un buon contenuto di antocianine che si somma alla Vitamina C: sono tra i frutti più richiesti perché in linea con le tendenze di consumo, sempre più orientate alla salubrità. Proprio per questi motivi, durante questa stagione abbiamo visto crescere anche la richiesta di Moro: tra le arance rosse che raccogliamo durante ogni stagione, le Moro sono le prime ad esibire quell'eccezionale pigmentazione che le contraddistingue e che le rende molto desiderabili".

In che formato di confezione avviene la vendita al dettaglio in Italia?
"Tra sfuso e confezionato - ha spiegato il marketing manager di Oranfrizer - in Italia rimane tuttora prevalente la distribuzione di arance sfuse rispetto a quelle confezionate, cioè quelle di grande calibro. C'è una buona parte di consumatori che non ha cambiato l'abitudine di scegliere i frutti, uno per uno. Continuiamo però a rilevare una tendenza fortemente legata alla pandemia, e cioè la preferenza d'acquisto di frutta confezionata. E' aumentata la richiesta di prodotti freschi confezionati che, oltre a rendere la spesa più veloce, sono "protetti". Per soddisfare tutte le esigenze distributive, ci adattiamo ai cambiamenti ampliando l'offerta dei formati: quindi alle borse di arance più piccole spesso usate per la spremuta, affianchiamo agrumi di calibro medio in borse e vassoi, e continuiamo a fornire anche agrumi sfusi con pezzatura maggiore".

La stessa domanda l'abbiamo rivolta anche a Sara Grasso  
(a dx), export manager di Oranfrizer, la quale ha risposto: "La vendita al dettaglio all'estero varia in base al Paese, alle scelte dei buyer, al prodotto scelto per l'acquisto. Il Tarocco Ippolito di maggior calibro è venduto anche come singolo frutto, ma anche in borse e vassoi da 4 frutti".

"L'arancia Tarocco Ippolito è la più pregiata cultivar che raccogliamo durante la stagione agrumaria - ha spiegato ancora Salvo Laudani - ed eccelle in tutto: gusto, qualità estetica e nutrizionale. Nella Piana di Catania, alle pendici del vulcano Etna, per natura trova le migliori condizioni pedoclimatiche per maturare. Presenta un sapore particolarmente equilibrato, caratterizzato da un armonico contrasto tra il contenuto zuccherino e l'acidità. La pigmentazione rossa sulla polpa è molto accentuata, sin dall'inizio della stagione agrumaria. E' quasi sempre un'arancia priva di semi. La sua buccia edibile, di colore arancio intenso, è fine; a volte presenta delle spettacolari sfumature rosse. In Sicilia, la raccolta dell'arancia rossa Tarocco Ippolito inizia a gennaio e si completa a febbraio. Noi ne raccogliamo oltre 900 ton.

Il Tarocco Ippolito è una varietà esclusiva siciliana o è coltivata anche in altre parti d'Italia/mondo? In quali paesi è popolare?
"Il Tarocco Ippolito è frutto di una spontanea modificazione genetica; è nato qui in Sicilia - ha precisato Laudani - e ad oggi è qui che si ottengono frutti incomparabili ai tentativi di imitazione di altri paesi del mondo. Prende il nome dalla contrada dalla quale è stato originariamente raccolto. Dopo il suo risanamento, è stato progressivamente propagato. Ed oggi è uno degli esempi di innovazione agrumicola etnea che coinvolge anche l'introduzione degli altri cloni e di nuovi portainnesti tolleranti al virus Tristeza".

"Viene coltivato anche in Spagna e Sudafrica - ha aggiunto Sara Grasso - In Spagna però, secondo i nostri clienti inglesi, non riesce ad eguagliare le tipiche caratteristiche del Tarocco Ippolito siciliano, soprattutto in termini di sapore. In merito al Tarocco Ippolito sudafricano, stiamo aspettando di poterlo provare perché gli impianti esistenti non sono ancora entrati in produzione". (Clicca qui per andare all'articolo correlato)

Per maggiori informazioni:  
Oranfrizer Srl
SP 28/I Km 1.300
95048 Scordia (CT) ITALY
+39 095 7937111
info@oranfrizer.it
www.oranfrizer.it

 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto