Il Girasole Soc. Coop.

I costi elevati delle materie prime condizionano la campagna commerciale degli agrumi

"Le richieste di agrumi siciliani sono soddisfacenti, anzi per certi versi superiori all’offerta. L'unico problema, per il momento, è come riuscire a dare il giusto valore al prodotto finito, per riequilibrare i costi delle materie prime, aumentati vertiginosamente anche del 100% tra energia elettrica, imballaggi e logistica". A dichiararlo a FreshPlaza è Giovanni Scavo, responsabile commerciale del Girasole Soc. Coop. 

La situazione appare ancor più grave in Sicilia, che geograficamente parte con un gap strutturale, appesantito dal costo del trasporto. Circostanza che rischia di compromettere la marginalità di questa particolare campagna commerciale, erosa appunto dalle dinamiche dei costi alla produzione. 

Giovanni Scavo, responsabile commerciale del Girasole Soc. Coop. e Mario Tripoli, responsabile della produzione

Il calendario commerciale de Il Girasole abbraccia tutto l'anno, tra varietà precoci e tardive. Le principali sono: Navel, Tarocco, Moro, Sanguinello, clementine Nova e mandarino tardivo di Ciaculli, albicocche, pesche e nettarine.

La cooperativa Il Girasole è dotata di un impianto di energia rinnovabile, che le consente di essere autosufficiente nel ciclo dello stoccaggio e lavorazione. E' tra le prime aziende agrumicole a usufruire di energia pulita a basso impatto ambientale, con inquinamento minimo.

Interventi in linea hanno inoltre potenziato la sua capacità produttiva: sono state raddoppiate le superfici refrigerate, con impianti di frigoconservazione a ozono gassoso, in modo da prolungare la shelf-life dei frutti e preservare le qualità organolettiche del prodotto dopo la raccolta e fino al consumo, in maniera naturale e senza l'aggiunta di sostanze chimiche.

“Sul versante dei prezzi - spiega Giovanni Scavo - la grande distribuzione organizzata italiana e soprattutto estera punta a frenare al ribasso le oscillazioni alla vendita, come se il prezzo contenuto della frutta - già da anni ai minimi storici - fosse l’unica soluzione per difendere il potere d’acquisto delle famiglie".

A sua volta, il canale horeca è quello che subisce maggiormente gli effetti del protrarsi della pandemia, con un calo generalizzato del potere d'acquisto e quindi dei consumi, che ha ripercussioni sulle dinamiche dei prezzi.

"Per quanto riguarda Il Girasole Soc. Coop. non possiamo che essere soddisfatti delle scelte fatte fino a oggi, in quanto i nostri canali commerciali sintetizzano il giusto equilibrio tra esportazione e mercato interno e tra canale tradizionale, mercati all’ingrosso, piccola e grande distribuzione”.

I canali distributivi della cooperativa sono i mercati all'ingrosso per il 60% e per il 40% la grande distribuzione organizzata. Tra i progetti in itinere c'è quello di potenziare i rapporti con la grande distribuzione organizzata e consolidare il processo di internazionalizzazione nei mercati esteri. Qui la cooperativa è presente con spedizioni in Germania e Polonia, e prezzi medi di mercato che oscillano tra 0,90 euro/Kg, per il calibro 9, e 1,10 euro/Kg per il calibro 8, mentre per il calibro 4 siamo intorno a 1,60 euro/Kg.

"Siamo fiduciosi - conclude Giovanni Scavo - nell’evoluzione della campagna, con il prodotto medio tardivo, per una serie di fattori: l’offerta di agrumi dovrebbe diminuire, fermo restando il miglioramento per quadro pandemico, con il ritorno alla vita normale di milioni di persone, oggi ancora a casa perché in quarantena".

Per maggiori informazioni:
Il Girasole Soc. Coop.
VIA Francesco Petrarca, 51
95047 Paternò (CT) - Italy
(+39) 095 623381
(+39) 337 950 732
info@ilgirasolearance.com
www.ilgirasolearance.com 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto