La stagione dei cipollotti egiziani sta affrontando delle difficoltà logistiche

"È capitato che i nostri container venissero inviati nei Paesi sbagliati"

In Egitto, la stagione dei cipollotti è ancora in corso e, dopo un avvio lento, la situazione è molto più stabile. Oltre all'aumento dei costi di spedizione, la logistica si è rivelata problematica.

Secondo Mai Yassin, export manager per l'azienda d’esportazione egiziana di prodotti ortofrutticoli Stars of Export, alcuni container sono stati persino inviati nel Paese sbagliato, provocando un massiccio deterioramento dei prodotti: "Quest'anno il costo di spedizione via mare o via aerea è decisamente aumentato. Ma ancora più importante, abbiamo riscontrato alcuni seri problemi con la spedizione via mare. Per un paio di volte, i nostri container sono stati inviati nei Paesi sbagliati, e poi sono tornati in Egitto. I cipollotti sono stati quindi caricati nuovamente per il trasporto nei Paesi Bassi, ma questo ha significato che la qualità dei prodotti è risultata molto scarsa all’arrivo dei container. Di conseguenza, è stato scartato dal 75 all'85% dei prodotti. Naturalmente vogliamo evitare che ciò accada nuovamente in futuro”.

Poiché la domanda è stata più fiacca all'inizio della stagione, gli esportatori si sono trovati in una situazione in cui c'erano troppi cipollotti sul mercato. Yassin afferma che questo ha influito negativamente sui prezzi e che è necessario cambiare strategia. "La domanda di cipollotti è stata influenzata negativamente dai lockdown che sono stati messi in atto per far fronte a una nuova ondata pandemica. La domanda è stata molto fiacca all'inizio della stagione, soprattutto prima del periodo natalizio. Anche i prezzi sono stati molto bassi e, di conseguenza, deludenti".

"Dopo le vacanze, le quantità sul mercato hanno iniziato a diminuire. Gli esportatori hanno cominciato a rendersi conto che avrebbero dovuto affrontare l'attuale situazione commerciale in modo diverso dal solito, a causa della pandemia. Una volta che inizieremo a immettere troppi prodotti sul mercato, sarà negativo per tutti, perché il prezzo crollerà. Questo significa che dobbiamo trovare il giusto equilibrio per non perdere denaro e prodotti. Sembra che l’abbiano capito anche altri esportatori, perché il flusso dei cipollotti è complessivamente rallentato, e ora il mercato è più stabile, così come i prezzi".

"Come al solito, ci concentriamo su Germania e Paesi Bassi per l'esportazione di cipollotti. Poiché questi Paesi sono anche ben collegati ad altri Paesi europei, significa che dovremo essere in grado di soddisfare tutti i clienti che abbiamo in questa regione. Prevediamo che ci sarà una leggera carenza di cipollotti nelle prossime settimane poiché, di recente, il clima in Egitto non è stato favorevole per i prodotti. Al momento, lavoriamo anche con l'aglio, che sembra andare bene. Il mercato è molto interessante e ci aspettiamo che continui così", conclude Yassin.

Per maggiori informazioni:
Mai Yassin
Stars of Export
Tel.: +20 111 012 1741
Email: export@starsofexport.com 
Web: www.starsofexport.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto