Francia: i produttori del dipartimento dell'Ardèche temono per il futuro del settore cerasicolo

Di fronte ad autorizzazioni sempre più limitate circa i prodotti fitosanitari, i produttori francesi temono che il settore delle ciliegie sia destinato a scomparire.

All'inizio di gennaio, agricoltori e rappresentanti sindacali si sono incontrati in un'azienda agricola di Bozas. La presidente della FDSEA Ardèche, Christel Gézana, ha ricordato prima l'anno difficile per i frutticoltori, a causa del gelo avuto ad aprile. Poi ha menzionato che l'insetticida Imidan, usato per combattere le mosche della frutta, probabilmente dovrà essere abbandonato, il che potrebbe portare alla scomparsa dei ciliegeti stessi. Joël Limouzin, vicepresidente della FNSEA e responsabile dei rischi climatici e sanitari, ha parlato anche dei prodotti fitosanitari. Il settore ripone molte speranze nella presidenza francese del Consiglio dell'Unione europea per vedere una certa armonizzazione in tema di autorizzazioni.

Il cambiamento climatico
Un'altra fonte di preoccupazione per il settore è la riforma sugli strumenti di gestione del rischio climatico in agricoltura, per proteggere meglio i produttori di fronte ai cambiamenti climatici sempre più visibili. Joël Limouzin vuole anche "l'integrazione sistematica dei rappresentanti della professione agricola nella governance del comitato nazionale per la gestione dei rischi in agricoltura e del comitato responsabile dell'orientamento e dello sviluppo dell'assicurazione del raccolto".

Fonte: hebdo-ardeche.fr 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto