Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Rob Pakvis (Euromeridian)

I consumatori apprezzano il valore aggiunto dei piccoli frutti

"I lamponi stanno diventando estremamente popolari, ma l'offerta è molto carente", afferma Rob Pakvis, amministratore delegato della Euromeridian. Questa azienda olandese opera sul mercato europeo dei piccoli frutti da due anni. Anche le more sono molto richieste, secondo Rob.

"Non ce ne sono molte, ma la domanda è enorme". Ecco perché la società madre di Euromeridian, Freshkampo, si sta concentrando sempre più anche sulla sperimentazione e sulla coltivazione di varietà di more.

L’azienda tende a concentrarsi maggiormente sui lamponi. "Avranno un grande sviluppo", dice Rob che attribuisce la crescente domanda dei piccoli frutti alla crisi pandemica. "Le persone sono molto più attente alla loro salute e hanno iniziato a mangiare in modo più sano. Apprezzano il valore aggiunto dei piccoli frutti". C'è ancora spazio per una crescita globale dei mirtilli, osserva Rob. Tuttavia, egli ha dei dubbi sull'aumento incontrollato della superficie di coltivazione di questo frutto, in tutto il mondo. "L'estate scorsa c'è stato una forte eccedenza perché ormai ci sono reimpianti ovunque, su dozzine di ettari alla volta".

"Ci sono nuove piantagioni in Ucraina, Georgia, Lituania, Polonia e Germania. In Perù, i coltivatori hanno recentemente reimpiantato 500 ettari. Una superficie di coltivazione così ampia, a un certo punto causa una sovrapproduzione". Anche il mercato dei mirtilli sta cambiando. "Dieci anni fa, erano un prodotto di nicchia. Certamente non è più così. Sta diventando sempre più un prodotto sfuso. Ed è in cima alla lista della spesa, anche prima delle banane", continua Rob.

Rosso
La domanda di piccoli frutti aumenta soprattutto durante le festività natalizie. "A Natale, qualsiasi cosa rossa si vende il doppio. Quindi c'è molta più domanda di lamponi e fragole. I mirtilli sono più spesso inclusi negli antipasti o nei piatti principali, e anche questa è una domanda in crescita". Euromeridian vende i suoi piccoli frutti in Scandinavia, nel resto d'Europa, in Russia e in Medio Oriente.

L'azienda si concentra principalmente sulla vendita al dettaglio. Anche il Regno Unito è un mercato di vendita nonostante ci siano evidenti effetti del post Brexit. "Nel 2019, abbiamo realizzato volumi importanti nel Paese. L’anno scorso sono ovviamente diminuiti". I grandi esportatori nel Regno Unito sono diventati più attivi, mentre le aziende più piccole esportano meno. "Questo a causa dei prezzi. E' diverso se devi richiedere un documento da 90 euro per un pallet o per un intero camion", spiega Pakvis.

Messico
L'azienda coltiva in Marocco i piccoli frutti con il nome di Meridian du Maghreb e sta considerando un’ulteriore ampliamento della superficie. La Tunisia è anche un sito di coltivazione. Tuttavia, la parte del leone della produzione avviene in Messico. Euromeridian fa parte del gruppo messicano Freshkampo. Rob ha recentemente visitato i coltivatori messicani e riferisce di campi molto fangosi, una situazione dovuta al cambiamento climatico.

"Sta succedendo qualcosa. E' piovuto moltissimo in Messico. Le precipitazioni e il freddo hanno rallentato la produzione. Il cambiamento climatico è un vero problema". La pioggia causa marciume radicale e problemi di qualità, che non giovano alla produzione. "Ad esempio, le condizioni di coltivazione stanno cambiando nell'area della Baja California. L'anno scorso abbiamo avuto una produzione inferiore del 25%, a causa della qualità inferiore".

Diversità
Tuttavia, Rob non pensa che queste difficili condizioni mettano fine alla coltivazione dei piccoli frutti in Messico. Considerato il clima diversificato del Paese, egli pensa che ci siano diverse aree di coltivazione alternative. "A questo proposito, il Messico è in una posizione fortunata. I coltivatori possono spostare la coltivazione ovunque". Il gruppo Freshkampo sta anche cercando di rispondere ai cambiamenti climatici con nuove varietà.

Ma è difficile. Ci vuole molto tempo per sviluppare una nuova varietà. E anche l'umidità del clima subtropicale è un ostacolo. "Supponiamo di ottenere una cultivar in grado di resistere alle alte temperature e all'umidità. La domanda è: il frutto resisterà al freddo? A volte si scopre che non può sopportarlo e questo crea un altro problema. Ancora da risolvere", conclude Rob.

Per maggiori informazioni:
Rob Pakvis
Euromeridian bv
IABC 5102
4814 RN Breda - Paesi Bassi
+31 (0)76 303 0082
Rob.pakvis@freshkampo.com 
www.freshkampo.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto